A Conversano la cerimonia conclusiva del premio Di Vagno 2017

0

Il tema scelto per l’edizione 2017 (giunto alla seconda edizione) del premio biennale di ricerca dedicato alla memoria di Giuseppe Di Vagno, è dei più attuali: “Migrazioni, Mediterraneo e sviluppo: il ruolo delle socialdemocrazie europee”.

Una tematica impegnativa che racconta dei cambiamenti nel e del nostro Paese, COME evidenziati nel Dossier Statistico Immigrazione 2017 curato dal Centro studi e ricerche IDOS.

Il dossier 2017 racconta come, tra le altre cose, da Paese-corridoio per raggiungere il Nord Europa, l’Italia si stia trasformando sempre più in un Paese-destinazione: sono ben 14 milioni i potenziali migranti diretti verso l’Italia, mentre i residenti stranieri con permesso di lungo periodo sono ormai la stragrande maggioranza (63%).

Numericamente, gli immigrati stranieri in Italia (5.359.000 persone) e gli italiani all’estero (5.383.199) oramai si equivalgono.

Solo nel 2015 gli occupati stranieri hanno prodotto una ricchezza di 127 miliardi di euro, vale a dire l’8,8% del Pil, ed hanno dichiarato in media redditi di 11.752 euro annui a testa, pari a un totale di 27,3 miliardi di euro.

Un dato che va accostato alla capacità contributiva, come sottolineato dal presidente dell’Inps Tito Boeri, che ammonta a 3,2 miliardi annui.

Insomma, dati e numeri che devono far riflettere e far superare quella “visione emotiva” della questione, dettata esclusivamente dall’emergenza degli sbarchi.

In questa ottica si inserisce il senso del Premio nazionale di ricerca “Giuseppe Di Vagno”.

Con circa 30 mila euro di borsa di studio per studiosi e ricercatori, rigorosamente sotto i 35 anni, il Premio Di Vagno è insieme al Premio Matteotti il più importante riconoscimento nazionale nelle materie storico, politico-economiche.

La Cerimonia prevede, dopo i saluti di rito da parte di Gianvito Mastroleo presidente della “Fondazione Giuseppe Di Vagno 1889-1921”, di Rosa Maria Padovano commissario del Comune di Conversano e del presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, l’intervento del prof. Santi Fedele dell’Università di Messina in rappresentanza della Giuria per la proclamazione dei vincitori dell’edizione 2017 e la lettura delle motivazioni.

A seguire gli interventi di Ugo Melchionda presidente del centro studi e ricerche IDOS con la presentazione del Dossier Statistico Immigrazione 2017 e una relazione dal titolo “Cambiare la narrazione: la migrazione come strumento dello sviluppo”. Conclude l’intervento del senatore Filippo Bubbico già Viceministro dell’Interno, autore di una relazione dal titolo “Le migrazioni del Mediterraneo nell’orizzonte italiano”.

La cerimonia si svolgerà venerdì 17 novembrealle 17.00 a Conversano nella Sala Conferenze del Polo Archivistico – Monastero di San Benedetto (1° piano).

Commenta l'articolo

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.