Provincia di Foggia: il Pd chiede un rinvio delle elezioni

0

Si terranno il prossimo 28 settembre le elezioni del prossimo consiglio provinciale di Foggia? Non ne saremmo così sicuri. Sono in molti a chiedere le elezioni, ufficialmente perchè troppo a ridosso delle ferie estive e non si sarebbe avuto il tempo di parlare e concordare con il territorio (meglio, con i sindaci). In pratica perchè in molti aspirano a sedere su uno scranno di Palazzo Dogana (nella foto). Essere sindaco e contemporaneamente poter votare e proporre quando si tratta di spendere soldi su tanti settori che interessano i propri Comuni è sempre una cosa molto appetibile.

E quindi bisogna mettersi daccordo e distribuire compiti ed incarichi. Troppo poco un mese per fare tutto questo? Probabilmente.

“I sindaci del Partito Democratico chiederanno il rinvio al 12 ottobre dell’elezione del Consiglio provinciale, cogliendo un’opportunità offerta dalla legge che regola la costituzione e le funzioni del nuovo organismo di secondo livello amministrativo”. Lo afferma il segretario provinciale del Partito Democratico di Foggia Raffaele Piemontese dopo il colloquio telefonico con il commissario straordinario della Provincia di Foggia Fabio Costantini.

“L’indizione delle elezioni il 28 settembre – continua Piemontese – ha determinato una oggettiva strozzatura del dibattito politico a causa della coincidenza con le ferie estive. I partiti, senza alcuna eccezione, non hanno avuto il tempo e il modo di organizzare l’indispensabile interlocuzione tra i consiglieri comunali e, soprattutto, con i cittadini e gli organismi che ne rappresentano gli interessi.

A fronte dell’attribuzione alla Provincia di funzioni istituzionali di assoluto rilievo, non c’è stata la possibilità di far comprendere appieno il complesso meccanismo elettorale e di elaborare una proposta programmatica capace di esprimere compiutamente la visione politica e la strategia di governo da condividere tra coloro che saranno, allo stesso tempo, elettori ed eletti.

Ho espresso al commissario straordinario le mie opinioni e perplessità circa la data delle elezioni, evidentemente condivise da altre forze politiche di tutt’altro segno, e ne ho suggerito il rinvio. Suggerimento che sarà trasformato in esplicita e formale richiesta dai sindaci del PD – conclude Raffaele Piemontese – per consentire il pieno svolgimento della funzione politica dei partiti e della funzione istituzionale dei Consigli comunali”.

Condividi
Redazione
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

Nessun commento

Commenta l'articolo