Psr e Gal, Di Gioia rassicura: “Non perderemo risorse”

0

Dopo il ricorso (vittorioso) del Comune di Monopoli al Consiglio di Stato per la sua esclusione e la consapevolezza di dover ricominciare da capo tutta la procedura per i bandi Gal, l’assessore alle Risorse Agrialimentari della Regione Puglia, Leonardo Di Gioia esclude che la Puglia possa perdere risorse economiche.

L’assessore alle Risorse agroalimentare della Regione Puglia, Leonardo di Gioia, ritiene infatti “doveroso fornire alcuni chiarimenti riguardo la selezione dei Gruppi di Azione Locale (GAL) e le modalità attuative del Programma di Sviluppo Rurale (PSR) della Puglia 2014-2020. Questo soprattutto alla luce delle numerose notizie, alcune confuse, apparse questi giorni sugli organi di stampa”.

“Preliminarmente è necessario precisare – sottolinea – che il ricorso presentato dal Comune di Monopoli è stato discusso ai soli fini della sospensione del bando emanato, nelle more della decisione di merito. La pronuncia del TAR dello scorso 9 novembre non fa altro che confermare, sempre in merito alla sospensione, quanto già disposto dal giudice monocratico di fine ottobre”.

“Si tratta di una posizione difforme da quella assunta dalla Commissione Europea che, è utile ricordarlo, ha guidato con le sue indicazioni non negoziabili la Regione nella definizione dei territori ammissibili.

Pertanto la Regione non può che prendere atto di un conflitto di posizioni tra TAR e Unione Europea. Un contesto nel quale la Struttura regionale è la prima vittima assieme, ovviamente, ai Comuni. Tra l’altro questo conflitto deriva dai contenuti di un documento, ovvero l’Accordo di Partenariato, frutto di una condivisione tra lo Stato Italiano e la Commissione Europea, a cui bisognerà mettere riparo”.

“Inoltre – precisa di Gioia – è fondamentale evidenziare che non vi è nessuna sospensione del PSR, piuttosto dei fondi destinati ai GAL su una dotazione complessiva del Programma di oltre 1 miliardo e 630 milioni di euro, che, comunque, non sono assolutamente a rischio definanziamento. Il Programma, tra l’altro, sta avanzando secondo i tempi stabiliti con 7 Misure già bandite e una gran quantità di progetti presentati. Ritengo che strumentalizzare la questione relativa ai GAL, come in alcuni casi accade per fini meramente politici, significa non facilitare il lavoro della Regione né contribuire a trovare soluzioni quanto più soddisfacenti e utili a tutti.

“Infine, una precisazione è dovuta – conclude l’assessore -: si è inteso, in sede regionale, dettare regole in conformità alle migliori prassi adottate dalle altre Regioni italiane le quali, in termini di timing esecutivo dei PSR, sono in linea con quello della Puglia. Il nostro primario obiettivo sarà quello di garantire una rapida soluzione al contesto che si è determinato, prestando comunque la massima attenzione alla qualità delle proposte strategiche dei nuovi GAL e la loro reale ricaduta delle medesime sul territorio. Fare bene è per noi importante quanto fare in fretta”.

Commenta l'articolo

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.