Puglia in Rosa Volley: ecco Patrizia Pagano

0
Patrizia Pagano, nuovo opposto della Puglia in Rosa Volley

Al check-in della stagione 2014/2015, la Puglia in Rosa Volley si presenta con l’ultima perla di una campagna acquisti condotta da protagonista e si pone come una delle candidate alla corsa alla promozione in serie B2.

Con una trattativa rapida e determinata, i vertici biancoazzurri sbaragliano la concorrenza assicurandosi un’altra top player del calibro di Patrizia Pagano, classe ’90, sorella di Raffaella ed opposto di indiscutibile valore.

In un colpo solo, la presidenza Cuscito-Tanese regala al mister Ciliberti il più importante terminale offensivo nel suo sestetto titolare, ricongiunge sul parquet le due gemelle Pagano e conquista la pole sulla griglia di partenza del prossimo campionato di serie C.

L’opposta biancoceleste muove i primi passi, nel mondo del volley, difendendo i colori della sua città, Vieste, agli ordini del suo primo e indimenticato mister, Gioacchino Amicarelli; il talento di Patrizia, assieme a quello di Raffaella, balza agli onori delle cronache tanto da essere premiato con una maglia da titolare, a soli 18 anni, in serie C, tra le fila del Manfredonia e del Cerignola.

La sua incredibile vena realizzativa e le prestazioni da autentica leader in campo le permettono di staccare un biglietto di sola andata per la B2; Mesagne, Bisignano, Minturno e Monfalcone sono le tappe importanti che lanciano Patrizia nel volley che conta, garantedole un processo di crescita e maturazione costante.

Quest’anno, la Puglia in Rosa Volley la riporta a casa per condurre un campionato da protagonista e centrare il sogno B2: ”Sono qui per vincere e conquistare la promozione – dichiara entusiasta Patrizia – Ho colto questa occasione al volo, sicura di entrare a far parte di un gruppo forte e felicissima di tornare a giocare al fianco di mia sorella”.
Condividi
Redazione
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

Nessun commento

Commenta l'articolo