La Puglia ancora una volta premiata da Bandiera Verde

0

Bandiera Verde è il premio nazionale, giunto alla sua dodicesima edizione, promosso dalla Cia – Confederazione italiana agricoltori, conferito alle eccellenze agricole che si distinguono per innovazione, rispetto della tradizione, solidarietà e attuazione di comportamenti virtuosi quali valorizzazione dei prodotti tipici del territorio, promozione turistica e tutela dell’ambiente. Quest’anno la parola d’ordine è stata multifunzionalità, ossia l’associazione di attività agricole classiche a progetti dal forte impatto innovativo. I vincitori provenienti dalla Puglia sono stati i comuni di Acquaviva delle Fonti e di Laterza, l’azienda di Anna Iannone, sempre acquavivese, che coltiva cipolle e ceci neri – presidi Slow Food – e Antonio Moschetta, medico, per i suoi studi legati a “nutrizione e salute oncologica”, dove evidenzia lo stretto legame tra corretta alimentazione, qualità degli alimenti e prevenzione delle malattie.

Anche l’anno scorso la nostra regione aveva portato a casa ben cinque riconoscimenti: furono premiati Maria Desiante, imprenditrice agricola di Gravina di Puglia, produttrice del grano utilizzato da Alce Nero, noto marchio di prodotti biologici, l’Azienda Agricola Anna Iannone di Acquaviva della Fonti, che si occupa della produzione e diffusione del cece nero e della cipolla di Acquaviva, l’Azienda Agricola Piccapane di Cutrofiano, che si impegna nella promozione del biologico attraverso i suoi prodotti e le sue “biosteria” e “agriostello”, il Parco delle Dune Costiere – nei Comuni di Ostuni e Fasano – ed il Comune di Melpignano, attuatore di politiche e di progetti di impronta ambientale quali la diffusione del fotovoltaico sui tetti, il miglioramento dell’efficienza energetica degli edifici pubblici, il sistema di raccolta differenziata spinta e la creazione di parchi comunali e infrastrutture per la mobilità sostenibile.

Il Comune di Acquaviva delle Fonti è stato insignito quest’anno della Bandiera Verde grazie anche alle campagne virali su Youtube per far conoscere prodotti della biodiversità come la Cipolla Rossa e il Cece Nero, i “Contadini 2.0”, gli Stati Generali dell’Innovazione nell’Agricoltura organizzati a maggio.

“Sono orgoglioso di questo traguardo – ha affermato il sindaco Davide Carlucci – perché premia gli sforzi di un Comune che vuole puntare sull’agricoltura e sull’economia verde in alternativa alla cementificazione selvaggia nelle aree di pregio e alle industrie inquinanti. Mi fa piacere che tra i Comuni premiati ci sia anche Laterza, che fa parte di ‘Cuore della Puglia per Expo 2015’, aggregazione di ormai oltre trenta Comuni che abbiamo promosso per fare squadra nella diffusione delle nostre tipicità e per scambiare le buone prassi nel settore agricolo, culturale e alimentare. Sono contento che sia stata premiata anche un’azienda acquavivese, Anna Iannone, che da anni produce cipolle e ceci neri tutelati da Slow Food. Il nostro Comune continuerà a credere nel settore agricolo, nella tutela delle produzioni locali attraverso la De.Co. e nel miglioramento della produttività: in questi giorni stanno partendo i lavori per il nuovo impianto di Riutilizzo delle acque reflue per usi irrigui che consentirà maggiori rese e un uso sostenibile della risorsa idrica”.

Condividi

Nessun commento

Commenta l'articolo