Puliamo il mondo: inizia oggi la XXII edizione

0

Ritorna anche quest’anno l’appuntamento con Puliamo il mondo: dal 26 al 28 settembre migliaia di volontari, tra cittadini, scuole e amministrazioni, saranno impegnati nel ripulire le aree degradate del Paese e fare un gesto concreto a favore dell’ambiente.

Puliamo il mondo è la versione italiana di Clean Up the World, la più importante campagna internazionale di volontariato ambientale nata a Sidney, in Australia, nel 1989 e portata poi in Italia nel 1993 da Legambiente. Bellezza e partecipazione sono il binomio vincente di questo evento infatti, da una parte c’è la bellezza dell’Italia, uno dei Paesi più amati e visitati al mondo spesso sfregiato dall’incuria e dai rifiuti mentre dall’altra l’impegno attivo di tanti cittadini che vogliono rendere più belle e vivibili le città della Penisola.

In Puglia ci saranno attività sparse per l’intero territorio: dal Gargano colpito dall’alluvione, passando per Ordona, terra coinvolta nello smaltimento illecito dei rifiuti, sino ad arrivare al Parco Nazionale dell’Alta Murgia e alla città di Barletta, secondo capoluogo, dopo Andria, che ha puntato sulla raccolta differenziata porta a porta. A Bari sono due gli appuntamenti previsti: alle 9:30 di sabato 27 al Parco di Punta Perotti e sempre alla stessa ora, domenica 28, nell’area archeologica di Torre a Mare

“In Puglia continua la dittatura delle discariche che anestetizza ogni sviluppo di un ciclo virtuoso di rifiuti fondato su riciclaggio e prevenzione – ha commentato Francesco Tarantini, presidente di Legambiente Puglia – È importante utilizzare la leva economica per aumentare i costi di smaltimento in discarica e puntare sulla realizzazione degli impianti di trattamento dei rifiuti, a partire da quelli di compostaggio, e sulla corretta raccolta differenziata e successivo riciclaggio. Per fortuna stanno aumentando le storie di Comuni virtuosi che hanno puntato sulla raccolta differenziata porta a porta, ultima quella di Barletta che, dopo Andria, si avvia a diventare il secondo capoluogo riciclone. Puliamo il mondo va proprio in questa direzione: coinvolgere i cittadini in azioni concrete a favore dell’ambiente. Diffondere la pratica della raccolta differenziata e del riciclo significa contribuire ad un virtuosismo che fa bene al Paese e che dà slancio alla Green Economy”.

Nessun commento

Commenta l'articolo