Quella volta che Klas Ingesson stese il Lecce e portò il Bari in serie A

0

Klas Ingesson lo voglio ricordare così. Serie B, stagione 1996-1997. Il Bari di Eugenio Fascetti vivacchia a metà classifica, ben lontano dalle aspettative di una città alla ricerca del riscatto dopo l’incredibile retrocessione della stagione precedente. Quella con Igor Protti capocannoniere, per intenderci.

Il 5 aprile 1997 il Bari ospita in notturna il Lecce allenato da Giampiero Ventura (strano destino). Non una partita qualunque, ma la concreta possibilità per un momentaneo riscatto in un campionato sino a quel momento anonimo.

Quel Bari vinse 2-1 con una doppietta del generoso centrocampista svedese, arrivato a Bari l’anno precedente all’ombra di Kenneth Andersson. I due avevano ben figurato con la nazionale svedese ad Usa ’94, dove giunsero terzi dietro i colossi Brasile e Italia: Klas come tornante destro e Andersson come stoccatore finale.

Da quella partita il Bari inanellò una serie di vittorie che valsero a fine torneo un’insperata promozione, a braccetto con gli (odiati) rivali leccesi.

Condividi
Laureato in Scienze della comunicazione, vive una condizione mentale-lavorativa a suo dire schizofrenica: cerca con insistenza di unire in un’unica professionalità il suo amore per il web e la scrittura. Ama la Puglia e per questo, nonostante le difficoltà ha deciso di restare qui.

Nessun commento

Commenta l'articolo