#raccontiamolapuglia, di più e meglio di prima

1

Da oggi, 1° settembre, si cambia, diventiamo un quotidiano online generalista. Ci poniamo in una fetta di mercato difficile ma, siamo certi, che ci confronteremo senza paura, fiduciosi che questa scelta possa essere gradita ai nostri lettori. Non abbandoneremo di certo i temi dell’eccellenza che in questi anni abbiamo seguito e sono state la nostra fortuna. Continueremo a raccontarvi, quindi una Puglia che piace e conquista il mondo, ma non solo.  La cultura avrà come sempre un ruolo di primissimo piano nel nostro giornale, le storie di imprese, donne e uomini che danno lustro a questa nostra amata regione saranno sempre ricercate con particolare attenzione ma, troverete anche politica, economia, lavoro, scuola e tanto altro. Insomma, racconteremo la Puglia nella sua complessità. Racconteremo la Puglia. Su questa idea è nato l’hastag #raccontiamolapuglia e la campagna promozionale omonima.
In questi giorni avrete visto, o vedrete dei video a puntate (qui sotto trovate l’ultimo, ma sul nostro canale youtube li potrete trovarle tutte e tre), dei banner pubblicitari con questo messaggio ed in effetti è questo il nostro obiettivo e allora raccontiamola questa nostra regione. A pochi mesi dalle regionali, in uno scenario politico nazionale e locale freneticamente variabile, con una pressione fiscale mortifera, una economia in cerca di nuove idee e denaro fresco, con costanti pericoli dietro l’angolo per l’ambiente e il paesaggio cercheremo di non tralasciare nulla e di raccontare ai nostri lettori con la massima obiettività possibile.
Anzi, vi chiederemo di raccontare voi la vostra Puglia di condividere e scambiare opinioni, video, foto. Vogliamo abbracciare i nostri lettori e farne una comunità.
La scelta editoriale in questione fa parte di una politica aziendale più ampia all’interno di Publimediasud, l’Agenzia di comunicazione editrice, che vede una uscita importante dal network editoriale. Pugliadoggi.it, storico periodico di informazione politico amministrativa fondato da Pinuccio Tatarella, rilevato nel 2010 e precedentemente gestito dal punto di vista commerciale dal 2006 esce dal gruppo. Mentre pugliain.net, come si scriveva sopra, diviene un quotidiano generalista assorbendo così i contenuti di puglia d’oggi e mondosport.net. Anche l’ultimo arrivato in casa Publimediasud cambierà. Le notizie di carattere sportivo i nostri lettori le leggeranno su pugliain.net mentre ms diventerà un blog di commento e approfondimento. Oltre a puntare su pugliain.net, l’Agenzia di comunicazione punterà molto su euro-jobbing.com, portale di annunci di lavoro, rinnovandolo entro fine settembre e creando un rapporto più intenso con pugliain.
Pms sta poi lavorando anche ad altri progetti in collaborazione con altre aziende le territorio.
Ancora una volta, quindi, accettiamo la sfida che ci pone il mondo della informazione e rilanciamo. Sembra siano passati da poco i giorni in cui con qualche amico maturammo l’idea che occorreva un nuovo contenitore di informazioni diverse dal solito. Era la fine del 2007 e nel giro di scarsi tre mesi allestimmo una nuova testata, allora si chiamava Puglia in fiera. Da allora sino ad oggi ne abbaiamo fatta di strada: dal raccontare le fiere e le aziende pugliesi siamo passati a raccontarvi la moltitudine di facce della Puglia che eccelle.
Ma non solo. Abbiamo preso decisioni strategiche forti e difficili per chi non ha dietro gruppi economici forti, rendite di posizione o “amici” importanti. Decisioni che avrebbero potuto mettere a rischio la nostra esistenza, lanciato sfide come da prima il cambio di periodicità da bimestrale a mensile e poi il passaggio dal cartaceo all’online e il conseguente passaggio a quotidiano, vincendo sempre le nostre piccole ma importanti battaglie. Siamo ancora qui a raccontare ai nostri lettori i fatti. Abbiamo fatto tanta strada, dicevamo, ma certamente il sentiero è ancora lungo e tortuoso.
Mettetevi comodi, si parte.

Condividi
Fabio Paparella
Giornalista publicista dal 2008. Ha scritto per Cuore Impavido (periodico universitario), Puglia d'oggi e Puglia in che dirige dal 2009. Appassionato di Puglia e innamorato di Bari, dove vive e lavora come funzionario Anci Puglia. Fondatore dell'associazione Scritture digitali. Cerca qualcuno disposto a cambiare insieme lo stato delle cose...

1 commento

Commenta l'articolo