Raduno Protezione Civile sul Gargano: la speranza che supera il dolore

0

Quest’anno il Raduno Nazionale della Protezione Civile si svolgerà, per la prima volta, in Puglia, a Pugnochiuso – Vieste. Il Gargano, teatro degli ultimi eventi distruttivi dovuti al maltempo, ospiterà questo evento e lo farà con l’orgoglio di un territorio che ha tanto da offrire e la forza e la speranza di tutti coloro che cercano di superare ingenti perdite con lo sguardo rivolto al futuro.

Questa scelta, più o meno in maniera consapevole, si riallaccia alla storia della Protezione Civile. Dipartimento afferente alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, nasce nel 1982 per dotare l’Italia di un organismo capace di mobilitare e coordinare tutte le risorse nazionali utili ad assicurare assistenza alla popolazione in caso di grave emergenza: il terremoto in Irpinia ma, soprattutto, la morte di Alfredino Rampi – avvenuti rispettivamente nel 1980 e nel 1981 – avevano risvegliato violentemente le coscienze e portato a comprendere la necessità di conoscere e organizzare tutti i mezzi presenti in termini umani e tecnici. Ha quindi un significato profondo riunire la Protezione Civile in un luogo dove la speranza deve superare il dolore e le difficoltà.

“L’incontro di oggi è particolarmente importante per due ragioni fondamentali – ha dichiarato l’assessore regionale alla Protezione civile Guglielmo Minervini – in primo luogo perché è il riconoscimento del lavoro della protezione civile pugliese per la maturazione di un volontariato di grande competenza e di grande capacità al quale abbiamo contribuito attraverso una serie di risorse in particolare sul piano delle attrezzature e della formazione. Oggi la Puglia può vantare di avere un volontariato emblema della più raffinata e qualificata espressione di cittadinanza attiva tanto che è in grado di accogliere questo evento. La seconda ragione è che con questo raduno si lancia un messaggio forte e cioè che il Gargano è in piedi, non è chiuso per disastro ma è aperto con tutta la sua bellezza e capacità di accoglienza”.

All’evento, che avrà luogo dal 18 al 21 settembre 2014, parteciperanno il Capo del Dipartimento nazionale di Protezione civile Franco Gabrielli, del Governatore della Puglia Nichi Vendola, dell’assessore regionale alla Protezione civile della Regione Puglia Guglielmo Minervini, dei massimi vertici della Protezione civile delle Regioni italiane, del direttore della rivista “La Protezione Civile Italiana”, Franco Pasargiklian, i quali si confronteranno sulle più attuali tematiche di protezione civile nel convegno nazionale previsto sabato 20 settembre.

Il Presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, ha giustamente sottolineato in occasione della presentazione del Raduno, in Fiera del Levante: “È un modo molto significativo di concludere l’estate in questo spicchio di Mediterraneo che ha conosciuto il dolore ma che conosce anche l’orgoglio di chi si rimbocca le maniche e si mette a lavorare per rilanciare questo cuore verde della nostra Puglia”.

Nessun commento

Commenta l'articolo