Rally, in Val d’Orcia i salentini Silvestri e Liburdi terzi nel Gruppo N sugli sterrati senesi

0

Si è conclusa con un positivo piazzamento la trasferta in terra toscana della Scuderia Automobilistica Casarano Rally Team che con la coppia formata da Emanuele SilvestriMirko Liburdi ha tagliato il traguardo del secondo appuntamento del Raceday Rally Terra, l’ottavo Rally della Val d’Orcia, in sedicesima posizione assoluta, cogliendo il terzo posto di gruppo e di classe N4 e chiudendo dodicesimo assoluto e secondo di raggruppamento tra gli equipaggi iscritti alla serie dedicata agli amanti della guida in controsterzo e che si disputa tra la fine di questa stagione e i primi mesi del 2017. L’apprendistato sui fondi sterrati è dunque proseguito positivamente per il binomio laziale in gara con una Mitsubishi Lancer Evo 9 di classe N4 preparata al meglio dal personale del team DGR Sport. Per il pilota romano questa partecipazione ha rappresentato la quarta sortita in carriera in una gara su sterrato, superficie sulla quale ha deciso di cimentarsi per migliorare le proprie capacità. Fin dalla vigilia si sapeva che sarebbe stata una gara difficile per il duo portacolori della squadra salentina, alla luce proprio della poca esperienza sui fondi a scarsa aderenza e della contemporanea competitività su questo fondo di alcuni tra i loro diretti avversari. L’obiettivo era quindi quello di uscire indenne dagli sterrati intorno a Radicofani e di incamerare il maggior numero di punti nella classifica del Raceday per poter affrontare la restante parte del Challenge con la necessaria serenità.

Sin dalle prime prove speciali Silvestri e Liburdi hanno saputo trovare il ritmo giusto mostrandosi a proprio agio su strade mai affrontate prima, attestandosi nelle posizioni di vertice tra i numerosi concorrenti della classe N4 e nei migliori 20 assoluti. Nelle fasi centrali hanno poi preso maggiore confidenza e consapevolezza delle potenzialità proprie e della vettura della casa dei tre diamanti, migliorando il loro rendimento senza commettere errori, ingaggiando un bel duello con Ricci, ma tirando poi i remi in barca nel finale e andando così a cogliere il positivo risultato che assume maggiore valore in considerazione del fatto che a sfidarsi sulle colline senesi c’erano alcuni tra i migliori interpreti nazionali dello sterrato.

Dopo due gare gli alfieri della Casarano Rally Team salgono dal terzo al secondo posto nel raggruppamento C del Raceday Rally Terra mentre nell’assoluta rimangono stabili, occupando la dodicesima piazza.

“Siamo davvero molto contenti di questo risultato” commenta Silvestri “Il nostro obiettivo era riuscire a percorrere i chilometri per migliorare sia il nostro affiatamento con strade sterrate e vettura sia la nostra posizione in  classifica. Sapevamo di pagare un gap importante dai più esperti frequentatori di questo fondo  ma ciò non ci ha scoraggiato spronandoci ancor di più a fare del nostro meglio. A dire il vero ci siamo sorpresi anche noi per i positivi tempi che siamo riusciti a realizzare. Nel finale abbiamo solo cercato di tenere la nostra posizione, guardando più all’economia di campionato che alla prestazione in termini assoluti. In una gara difficile come questa cercare qualsiasi rischio in più voleva dire compromettere la posizione di campionato e quindi anche la possibilità di poter lottare fino alla fine. Torniamo a casa soddisfatti anche perché abbiamo avuto la conferma dell’alto potenziale della nostra Mitsubishi che con la nuova elettronica è migliorata tantissimo e questo non può che farci ben sperare per i prossimi impegni”.

Nelle fotografia (di Race&Motion – Leonardo D’Angelo): Emanuele Silvestri e Mirko Liburdi in azione al Rally della Val d’Orcia

Commenta l'articolo

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.