Presentata a Lecce la 50esima edizione del Rally del Salento

0

Non soltanto una gara sportiva. Ma un prestigioso evento che punta, nel suo complesso, a promuovere il Salento a tutto tondo. Nel 2017 il Rally del Salento celebra la sua 50ma edizione, un traguardo prestigioso per l’Automobile Club Lecce, che dal 1957 organizza l’evento, affiancato, a partire dal 1973, dalla Scuderia Piloti Salentini.

Una delle gare più note e longeve del panorama rallystico italiano, il “Salento” è l’appuntamento motoristico sportivo più amato dagli appassionati nel mezzogiorno d’Italia ed è stato presentato al pubblico sabato scorso a Lecce.

L’incontro indetto dal presidente dell’Ente Aurelio Filippi, al quale sono intervenuti anche il presidente dell’ACI e vice presidente mondiale della FIA (Federazione Internationale de l’Automobile) Sport Angelo Sticchi Damiani e il presidente di ACI Sport Mario Colelli, ha rivelato fin da subito quella connotazione speciale e intensa dell’annuncio di un appuntamento memorabile.

Come principale notizia, nel 2017 la storica gara organizzata dall’Automobile Club Lecce in collaborazione con la Scuderia Piloti Salentini si può fregiare del rientro, dopo cinque anni, nel Campionato Italiano Rally – la massima serie della disciplina – come 5a tappa a coefficiente 1,5, in programma dal 2 al 4 giugno prossimi.

50 anni di Kilometri di gare lungo strade e stradine nelle campagne del Salento, tra curve e derapate, muretti a secco, ulivi e “pajare”, e tra cielo e mare, nelle tonalità di azzurro preferite dai fotoreporter specializzati nel Bel Paese. Scenografie mozzafiato che più volte hanno ispirato campagne pubblicitarie nel settore automotive.

Su questi percorsi incantati, amati e temuti nello stesso tempo per l’altissimo livello tecnico e agonistico dei tracciati, si sono sfidati piloti ed equipaggi che hanno fatto la storia del rally, “classica” del Campionato Italiano Assoluto e più volte prova del Campionato Europeo.

Il Campionato Italiano Rally, già definito, per le sue caratteristiche, la serie nazionale più competitiva e spettacolare a livello mondiale, si disputa in 8 prove lungo percorsi su asfalto e su terra. Il circus tricolore, da marzo ad ottobre muove equipaggi, vetture, scuderie e case costruttrici, organi sportivi e di stampa, addetti ai lavori. Esalta migliaia di appassionati.

Al Rally del Salento numero 50 sono attesi tutti gli equipaggi protagonisti del CIR e quelli in lizza per gli altri titoli e i trofei per cui la gara è valida. Una serie di prestigiosi titoli destinati a dare spazio e visibilità a molti, in particolare ai giovani, ai quali sono anche storicamente indirizzati i trofei monomarca.

 

Numerosa è poi la schiera degli equipaggi locali, per i quali il “Salento” è motivo di orgoglio, la gara della bandiera, e il pubblico spesso applaude i campioni ma tifa per i beniamini di casa.

I Comuni coinvolti

La gara, con partenza e arrivo dal capoluogo, si snoda per circa 150 chilometri lungo le strade del territorio provinciale (con una prova spettacolo sul circuito La Conca di Muro Leccese) e, per l’edizione 2017, coinvolge i comuni di Castro, Giuggianello, Giurdignano, Maglie, Martano, Martignano, Melendugno (Borgagne), Miggiano, Montesano Salentino, Muro Leccese, Otranto, Presicce, Ruffano, Santa Cesarea Terme, Specchia, Uggiano La Chiesa e Zollino. Una macchina organizzativa complessa e di grande esperienza lavora per l’allestimento delle prove speciali e delle sedi logistiche e per la realizzazione dell’evento.

Il programma dettagliato e tutte le informazioni sulla competizione saranno visibili sul www.rallydelsalento.info.

Gli eventi collaterali

In occasione del prestigioso traguardo della 50^ edizione, A.C. Lecce ha pensato di rendere omaggio al Rally del Salento organizzando una grande festa attraverso la realizzazione di una serie di eventi ad esso collegati,

1)  Concorso  Enogastronomico “Pit Stop Salento a Km. Zero”

Per mezzo secolo il Rally del Salento ha rappresentato un appuntamento sportivo imperdibile per addetti ai lavori e appassionati di tutta Italia, ed ha costituito un traino in termini di visibilità a livello nazionale e contribuito alla promozione del Salento.

Gli organizzatori hanno pensato che le campagne salentine, fino a ieri per il Rally suggestivo luogo di competizione, per il 50° anniversario  possano assumere il ruolo di protagoniste per ciò che riguarda le produzioni agricole e la tradizione enogastronomica del territorio.

Il Concorso enogastronomico Pit Stop Salento a Km. Zero”, inserito in un calendario “a incastro” rispetto a quello della rassegna sportiva, ha come obiettivo creare un mix di offerta fra gli interessi degli appassionati di Rally e la promozione e valorizzazione dei prodotti agro-alimentari del Salento a km0. Il Concorso è rivolto agli studenti degli Istituti Professionali di Stato per l’Enogastronomia e l’Ospitalità Alberghiera (IPSEOA) delle province di Brindisi, Lecce e Taranto. Le squadre di ciascun Istituto, composte da 5 studenti e un Tutor accompagnatore, si cimenteranno nella preparazione di un “Piatto Unico”, ispirato alle corse automobilistiche ed in particolare al 50° anniversario del Rally del Salento e realizzato esclusivamente con ingredienti (prodotti e/o materie prime) “a Km. Zero”.

Hanno aderito al concorso, sottoscrivendo con Automobile Club Lecce un protocollo di intesa contenente il regolamento, gli Istituti alberghieri: “Bottazzi” di Casarano (LE); “Aldo Moro” di Santa Cesarea Terme (LE); ”IPSEOA” di Otranto-Poggiardo (LE); “Moccia” di Nardò (LE) e “Pertini” di Brindisi.

Il giorno di svolgimento è giovedì 1 giugno 2017 presso l’Istituto Alberghiero “Aldo Moro” di Santa Cesarea Terme (LE). La valutazione sarà affidata, così come riportato nel regolamento, ad una Giuria Tecnica (per valutazione di Processo, Nutrizionale, Scenica e Cromia), affiancata da una Giuria Popolare.

Entro il 13 febbraio dovrà essere inviata la scheda della ricetta del piatto unico.

2) Il Concorso Corporate Identity Pit Stop Salento a Km. Zero” è riservato agli studenti  dei Licei Artistici delle tre province per la realizzazione dell’Immagine Coordinata del Marchio “Pit Stop Salento a Km. Zero”.

Hanno aderito al concorso i licei: “Ciardo-Pellegrino” di Lecce; “Calò” di Grottaglie (TA); “Colonna” di Galatina (LE); “Giannelli” di Parabita (LE); “Liceo Artistico Otranto-Poggiardo” di Poggiardo (LE); “Marzolla-Simone-Durano” di Brindisi; “Vanoni” di Nardò (LE). Nel corso della conferenza stampa di presentazione, il 28 gennaio, la Giuria tecnica consegnerà agli Istituti il plico contenente il tema del concorso. I componenti della giuria sono il Prof. Luca Bandilari (Università del Salento – Dipartimento di Scienze della Comunicazione), il Prof. Nunzio Fiore (Accademia di Belle Arti di Lecce) e Graziano Vantaggiato, Sindaco di Soleto (LE) ed esperto di arte. La realizzazione degli elaborati si svolgerà all’interno degli istituti a partire da lunedì 30 gennaio con consegna fissata entro il 4 marzo. La giuria tecnica esaminerà gli elaborati il 6 marzo. L’8 marzo l’organizzazione darà il via alla votazione online (sarà possibile votare fino alle ore 23:59 del 16 marzo 2017) nell’apposita area del sito www.rallydelsalento.info, dove si potranno trovare il regolamento e tutte le informazioni utili. La proclamazione dei vincitori avverrà in conferenza stampa a fine marzo.

3) In piazza Mazzini a Lecce, luogo di partenza e di arrivo delle auto in gara, durante i giorni della gara, sarà realizzato il “Rally Village”, ricco di una serie di attività di animazione per un pubblico non esclusivamente rappresentato da appassionati di Rally.

Condividi
Redazione
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

Nessun commento

Commenta l'articolo