Regionali: Forza Italia apre alle primarie di coalizione e all’Udc

0

Sì alle primarie, con una coalizione unita, definita e il più ampia possibile in cui ci sia il massimo coinvolgimento di tutti nelle scelte anche programmatiche.

Questo è quanto emerso dalla riunione di oggi di Forza Italia, a cui hanno partecipato i parlamentari del partito pugliese ed i consiglieri regionali.

“Confermiamo quanto sosteniamo da tempo –dichiarano i dirigenti regionali del partito- ovvero che le primarie rappresentino lo strumento più efficace di selezione del candidato presidente e che abbiano un’energica forza espansiva del consenso. Abbiamo bisogno di affrontare nuovi percorsi con coraggio –aggiungono- aprendoci al nostro elettorato che chiede giustamente di poter partecipare alle scelte. In quest’ottica, la coalizione deve essere coesa, compatta, ed ognuno deve dare il suo contributo per  redigere la migliore agenda di governo della Puglia che verrà. Siamo chiamati tutti a una grande responsabilità –concludono- quella di vincere e superare insieme ai cittadini questi dieci anni di buio, traghettando la Regione verso la crescita e lo sviluppo”.

Apre all’Udc senza metti termini, mettendo la parola fine alle polemiche sorte nei giorni scorsi Nino Marmo.

“Da candidato alle primarie, e non certo da auto candidato alla Regione, ho messo la mia esperienza a servizio del centrodestra e con lo stesso sentimento, quello di offrire alla Puglia un volto nuovo e diverso, auspico che gli amici dell’Udc condividano con noi un percorso politico proficuo e concreto”.

“Il contributo umano, politico, ma soprattutto valoriale dell’Udc – aggiunge Marmo – rappresenta una risorsa per la nostra coalizione. Mi auguro che il dibattito interno dello scudo crociato possa trovare la migliore sintesi nel centrodestra. Anche noi, però, dobbiamo mettere l’Udc nelle condizioni di essere partecipe e protagonista nelle scelte al pari di tutti gli altri alleati, rispettandone le posizioni”.

Condividi
Redazione
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

Nessun commento

Commenta l'articolo