Regione, stato di calamità per il Gargano

0

La giunta regionale pugliese ha approvato lo stato di calamità naturale per i danni provocati dall’alluvione che si è abbattuta nei giorni scorsi in provincia di Foggia e ha stanziato 1,3 mln di euro per i primi interventi urgenti nelle zone colpite.

Uno stanziamento, naturalmente, a malapena sufficiente per i primissimi interventi,. ma che comunque rappresenta un primo, importante segnale di sostegno per tutte quelle popolazioni colpite dal dramma del nubifragio nello scorso fine settimana.

Intanto il Gargano è un cantiere aperto: si lavora per riportare alla normalità la situazione sulle strade principali della costiera settentrionale garganica.

Da ieri, per fortuna, è tornato a splendere il sole ma un nuovo peggioramento è previsto per metà settimana e molte linee d’acqua ostruite non sarebbero in grado di sopportare piogge anche meno intense, Per questo la priorità assoluta degli uomini al lavoro è quella di liberare dai detriti le condotte d’acqua, gli avvallamenti ed i greti dei torrenti. Si lavora anche lungo le coste ed in mare per rimuovere i detriti.

“Detto fatto, la Giunta regionale pugliese ha approvato lo stato di calamità naturale per l’agricoltura”.

È il commento soddisfatto dei consiglieri regionali, Pino Lonigro e di Giuseppe Di Pumpo.

“Ringraziamo l’assessore Nardoni – aggiungono – che in questi giorni difficili di emergenza climatica è stato insieme a noi a visitare i luoghi dell’alluvione per rendersi conto di persona  dei disastri che la calamità naturale ha inflitto allo stupendo territorio del Gargano e a tutto il mondo agricolo, zootecnico ed imprenditoriale locale. Questa è la pronta risposta data dalla Giunta regionale a quanti hanno fatto speculazione politico-elettorale, in questi giorni drammatici, ed anche a quei personaggi che si sono arrogati dei meriti senza sporcarsi le scarpe nel fango”.

“Ora chiediamo – continuano Lonigro e Di Pumpo – che la Giunta regionale, sempre molto attenta e vicina ai problemi degli agricoltori, trovi soluzioni efficaci per alleviare i danni provocati dalle continue piogge di questa estate strana e atipica. Siamo fiduciosi che l’Assessorato provvederà ad inserire nel prossimo Piano di sviluppo regionale (PSR) delle misure per contributi economici alle aziende agricole e zootecniche che hanno subito danni”.

“Servono inoltre interventi immediati nel lago di Varano – evidenziano i Consiglieri regionali. Chiediamo anche che vengano effettuati lavori urgenti di dragaggio e pulizia del bacino, fonte di reddito di tanti pescatori della zona, che in questi giorni di alluvione si è riempito di fango e detriti, non permettendo così le normali attività di pesca. Riteniamo necessario, peraltro, che la Regione Puglia si attivi per autorizzare l’arricchimento della gradazione dei mosti, quest’anno notevolmente bassa a causa dell’eccesso di pioggia caduta sul territorio pugliese, ancora di più sull’intera Capitanata”.

I due consiglieri regionali si dicono “convinti che la Regione farà quanto necessario perché vengano messe in atto tutte le misure utili ad alleviare i gravi problemi che attanagliano la nostra agricoltura, seriamente in ginocchio in questo momento, dando risposte concrete, con atti straordinari che diano respiro alle tante aziende agricole, altrimenti a rischio di tracollo finanziario”.

Condividi
Redazione
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

Nessun commento

Commenta l'articolo