Roberta Palumbo “Sona ancore”: ecco il nuovo video per la cantante di Apricena

0

E’ tutto girato in casa il video di Sone ancore, interamente registrato nella Tenuta Grotta degli Ulivi, suggestiva location che, con il suo calore ed il suo fascino, omaggia la bellezza nascosta della Città della MadrePietra.

Il nuovo singolo dell’interprete di Apricena Roberta Palumbo è tratto dall’album SónAncórë uscito lo scorso marzo per la Marechiaro Edizioni di Claudio Poggi, storico produttore di Pino Daniele.

Dedicato a Matteo Salvatore e ai Padri Cantori, il brano, scritto dal cantautore sanseverese Nazario Tartaglione, è un inno alla rinascita attraverso la musica popolare, sempre cara all’interprete che, attraverso essa, canta la sua terra e la sua luce, ritrovando armonia e vitalità.

Presenti nel video insieme alla protagonista, i suoi musicisti, l’arrangiatore Nicola Scagliozzi al contrabasso, Nando Luceri al pianoforte ed Emanuel Castelluccia alla batteria, in una scenografia surreale, sospesa tra l’antico ed il moderno, tra l’attualità dell’etnojazz e la poesia della Lingua Madre.

Ed è proprio su questo ponte ideale che si dispiega la voce di Roberta Palumbo, capace di incantare, rievocare e riattualizzare la storia, propria e della sua terra.

Il video, realizzato da Niki dell’Anno per la Wild Rat Film, segue la produzione del brano manifesto Gargano mio, ma questa volta ad essere ripresi non sono i luoghi rappresentativi del territorio, ma i volti e gli strumenti di musicisti che hanno sfidato i pregiudizi e le mode facili per arricchire la loro terra di nuova musica e di nuova bellezza, a confermare ancora una volta la passione e la grinta di un progetto passato per le vie della canzone d’autore partenopea, e capace di sorvolare il sud Italia ed il suo cielo carico di speranza e tradizione.
“Raccontare e proporre la musica popolare legata alle nostre tradizioni del passato- commenta l’assessore alla cultura di Apricena, Anna Maria Torelli – è un impegno significativo e, per questo, ringrazio l’apricenese Roberta Palumbo e tutti coloro che hanno realizzato il video legato alla canzone ” Sone ancore”. Questa opera musicale che ricorda il conterraneo Matteo Salvatore, dà valore al nostro patrimonio storico, sociale e culturale ed è da custodire, oltre che promuovere, come segmento fondamentale della nostra identità.

Condividi
Redazione
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

Nessun commento

Commenta l'articolo