Sac Folk in Tour, storia di un Primitivo a Manduria

0

Domenica 19 Giugno, la rassegna SAC Folk in Tour, il viaggio nelle tradizioni popolari del territorio d’Arneo e Costa dei Ginepri, fa tappa a Manduria con l’appuntamento Storia di un Primitivo.

È un viaggio attraverso il tempo, la proposta culturale messa a punto dal CEA – Centro di Educazione Ambientale, per raccontare, a partire dalle origini, la storia del territorio e del vino Primitivo, diventato, in tempi moderni, un prodotto d’eccellenza dell’enogastronomia di Manduria e di Puglia.

Il percorso nella storia, ha inizio con una visita guidata (ritrovo ore 9 in Piazza Scegnu) al Parco archeologico delle Mura Messapiche e al suggestivo Fonte Pliniano, un luogo fortemente simbolico e magico.  A far comprendere la grandezza della civiltà messapica sarà l’archeologo Gianfranco Dimitri.

Al di là della cinta muraria megalitica, a poche centinai di metri, il percorso prosegue con la visita del Museo della Civiltà del Vino Primitivo, allestito nelle sale ottocentesche del Consorzio Produttori Vini. Le antiche cisterne, ospitano oggetti e attrezzi, torchi e macchinari, che raccontano e testimoniano l’evoluzione nel campo della vinificazione. Su prenotazione, è possibile degustare le rinomate etichette di vini della Cantina.

La partecipazione alle visite guidate è gratuita, si consiglia di prenotare contattando la cooperativa Fluxus, promotore del SAC Folk in Tour, al 380.4739285.

Alle h 19:30, la Chiesa di Santa Croce, oggi adibita ad attività culturali, ospita l’incontro con il Prof. Fernando Sammarco, studioso della civiltà messapica, che interverrà con l’approfondimento: “Sulle tracce della civiltà messapica fra storia, costume ed enogastronomia”.

A chiudere la tappa manduriana del SAC Folk in Tour,  l’evento Vinile Primitivo. Il  coinvolgente esperimento sensoriale di musica su vinile e degustazione di vini, forniti dalla Cantina Erario, è a cura di Francesco Erario, Beverage Specialist e Marco Stano alias DJ XAR e vuol essere un invito, rivolto soprattutto alle giovani generazioni, ad abbracciare la “cultura del vino”, poiché come sosteneva lo scrittore Ernest Hemingway ‘‘Il vino è uno dei maggiori segni di civiltà nel mondo’’.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.