Premio Tatarella, domenica la finale al Petruzzelli di Bari

0

Tre finalisti, altrettanti libri, ed il voto popolare che assegnerà, domenica prossima, la prima edizione del premio di saggistica politica intitolato alla memoria di Pinuccio Tatarella.

Venerdì 20 e Domenica 22 maggio prossimi, due appuntamenti con il Primo  “Premio di Saggistica Politica Pinuccio Tatarella”: L’Anteprima del Premio e la Serata Finale al Teatro Petruzzelli.

ANTEPRIMA PREMIO – Venerdì sera il giornalista e scrittore Lino Patruno presenterà i tre finalisti e i loro libri: Pierluigi Battista “Mio padre era fascista” ed. Mondadori, Franco Cardini “Ipocrisia dell’Occidente” ed. Laterza, e Giovanni Valentini “La scossa. L’Italia non ha più scuse” ed. Longanesi. L’appuntamento è  alle ore 19.00, all’ex Palazzo delle Poste. L’ingresso é libero.

SERATA FINALE – Domenica i noti autori e conduttori del programma radiofonico, su RaiRadio2, “Un giorno da pecora”, Giorgio Lauro e Claudio Sabelli Fioretti, animeranno la serata con i tre finalisti. Nel corso della serata il duo Ebernies (la cosiddetta “orchestrina” di “Un giorno da Pecora” formato da Rachele Brancatisano e Serena Pagnani)  proporranno le loro “interviste canore”, mentre i docenti universitari baresi Letizia Carrera e Paolo Stefanì leggeranno alcune pagine dei libri.

A decretare il vincitore sarà il pubblico al quale verrà consegnato all’ingresso una scheda per votare. A sovrintendere al voto, il notaio Emma Chicco. Ai tre finalisti saranno donate incisioni realizzate dagli studenti dell’ Accademia delle Belle Arti di Bari. L’appuntamento è al Teatro Petruzzelli, alle ore 18.00.

Alla serata finale si accede tramite prenotazione (entro venerdì 20 maggio) via mail segreteriapremiotatarella2016@gmail.com,  telefonando allo 080/5231238 o recandosi direttamente alla sede della Fondazione Tatarella (Bari, via Piccinni 97, primo piano) dalle ore 9 -12 e dalle ore 16-19, per il ritiro dei biglietti.

Commenta l'articolo

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.