Sagra dell’Uva: il cooking show sperimenta e ci si prepara all’edizione 2015

0

Sperimentazione ed entusiasmo dei giovani in cucina sono le parole chiave dell’edizione 2014 della “Sagra dell’uva”, terminata sabato scorso, 4 ottobre, con il cooking show tenutosi nell’auditorium “7 febbraio 1985” di Castellaneta. Dopo questa esperienza il Comune di Castellaneta ed il Gal – Gruppo di Azione Locale – “Luoghi del Mito” hanno dato l’arrivederci al prossimo anno. L’edizione 2014, dopo anni di assenza, ha presentato una nuova forma, scegliendo un momento di riflessione – il convegno tenuto a Castellaneta Marina il 13 settembre, intitolato “Multifunzionalità dell’agricoltura e produzioni tipiche locali come volano del territorio” – e uno di “distensione”.

Non poteva essere altrimenti, perché c’era da archiviare un periodo davvero duro per il comparto agricolo e per i produttori di uva. L’assessore comunale all’Agricoltura Gianrocco De Marinis, tracciando un bilancio dei mesi trascorsi, ha individuato due delle difficoltà patite: «Il clima, con le violente precipitazioni, ha alimentato la diffusione di patologie devastanti come la peronospera. A questo dobbiamo aggiungere il danno economico provocato dall’embargo Nato contro la Russia». Ma l’uva è anche potenzialità, «può alimentare l’economia – ha aggiunto De Marinis – perché non è solo un frutto da mangiare».

Straordinario il cooking show di sabato di cui protagonisti sono stati ragazzi dell’alberghiero Perrone di Castellaneta e dell’agrario Mondelli di Massafra: divisi in squadre da otto, i ragazzi si sono sfidati a colpi di padella nella “cucina per una sera” allestita sul palco dell’auditorium, preparando piatti inaspettati e gustosi. Spaghetti con vongole e cozze su crema di pomodori e uva, filetto di maialino in crosta di pistacchi con salsa al primitivo, millefoglie con salsiccia norcina e crema di uva Crimson, bavarese all’uva con mandorle, solo per elencare alcune delle prelibatezze che hanno solleticato il palato dei giurati, sindaci e politici del versante ionico occidentale.

Un arrivederci al prossimo anno, quindi, quello della rinnovata Sagra dell’Uva di Castellaneta!

Condividi
Redazione
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

Nessun commento

Commenta l'articolo