San Nicola, festeggiamenti tra tradizioni e novità per quest’anno

0

Si avvicina velocemnte la giornata del 6 dicembre, in cui la chiesa festeggia San Nicola e a Bari  fervono i preparativi che quest’anno vedono alcune novità tra le consuetudini popolari e quelle religiose come la messa all’alba. Le celebrazioni per il Santo patrono non sono solo il 6 dicembre, il  programma in onore del vescovo di Mira è iniziato stasera, 2 dicembre, con la santa messa delle 18,30 celebrata da Monsignore Claudio Maniago nuovo vescovo di Castellaneta. Dal 3 al 5 dicembre sempre alle 18:30 si terrà il triduo di preparazione alla festa con le celebrazione presiedute da Monsignore Paul Cremona domenicano e arcivescovo emerito di Malta. La notte del 5 dicembre basilica aperta per accogliere i pellegrini e i devoti che dalle ventuno sino alla messa dell’alba del 6,  potrano partecipare alla veglia di preghiera.

Reverendo Rosenthal a Bari

Sarà domani a Bari alle 16,30 presso la Camera di Commercio il Reverendo James Rosenthal, uno dei massimi esperti internazionali di San Nicola e fondatore della St. Nicholas Society UK- che ha come finalità la diffusione della sua figura nella duplice veste di Santo e di Santa Claus.

L’incontro, organizzato dalla Fondazione Myrabilia con il patrocinio del Comune di Bari, della CCIA e della Presidenza del Consiglio della Regione Puglia, avvia un percorso progettuale condiviso intorno alla figura di San Nicola e al suo legame con il mondo dell’infanzia (Il vescovo di mira è anche noto come protettore dei diritti dei bambini e delle fasce più deboli).  Un “testimonial” valoriale positivo dell’intera comunità cittadina che già si propone come “accogliente e amante dei forestieri”.  D’altronde l’interpretazione leggendaria del Santo, legata al mondo dell’infanzia nella sua duplice veste di San Nicola/Santa Claus, è certamente base su cui costruire un’identità sociale forte e collettiva della città di Bari e offre una straordinaria opportunità per contribuire a generare e promuovere buone pratiche e politiche sociali e culturali, nella convinzione che una città a misura di bambini è una città garante dei diritti di tutti.

Al dibattito parteciperanno il Presidente della CCIA di Bari Sandro Ambrosi, l’Assessora al Welfare del Comune Francesca Bottalico,  il Priore della Basilica Padre Ciro Capotosto, il Sindaco Antonio Decaro, l’Assessore alle Culture del Comune Silvio Maselli,  la Garante dei Diritti dell’Infanzia – Regione Puglia Rosy Paparella,  il Direttore Puglia Promozioni Giancarlo Piccirillo, il Garante dei Diritti dei Detenuti -Regione Puglia Piero Rossi, l’ Assessora all’Istruzione e Politiche Giovanili del Comune Paola Romano, la giornalista Felicita Scardaccione e il giornalista e scrittore Giancarlo Visitilli.

Una seconda iniziativa organizzata dalla Fondazione Myrabilia per dare il via ad una tradizione popolare pubblica che mostri visibilmente il collegamento del Santo Patrono con l’infanzia e la città sarà il 5 dicembre alle ore 17,00 sul sagrato della Basilica dove ogni anno un disegno sul tema “S. Nicola e i bambini”, realizzato ogni volta da un’artista italiano diverso, sarà riprodotto in grande. Per quest’anno l’immagine sarà realizzata dalla illustratrice per ragazzi Vittoria Facchini e tutti i bimbi potranno partecipare portando una candela che servirà a evidenziare in modo luminoso l’immagine riprodotta sul sagrato. A tutti i bambini che porteranno in dono la candela sarà distribuita gratuitamente una tazza di cioccolata calda.

Cresce ancora la fiaccolata nicolaiana

Dalle celebrazioni religiose a quelle sportive. Si terrà il 6 mattina la consueta fiaccolata nicolaiana, siamo alla ventitreesima edizione, una vera e propria marcia all’insegna della fratellanza e dello sport con tre cortei, largo due giugno, Pineta San Francesco e Parrocchia San Francesco a Japigia (una novità quest’ultima), che si daranno appuntamento alle 5,45 a Piazza Massari per poi confluire insieme in Basilica.

Le chiavi della città al Santo

Ancora una novità per quest’anno. Il nuovo priore della Basilica, Padre Ciro Capotosto che ha sostituito Padre Lorenzo Lorusso fresco di nomina papale sottosegretario della congregazione pontificia per le chiese orientali, potrà assistere così alla consegna da parte del Sindaco, Antonio Decaro, delle chiavi della città al Santo patrono.

Colonna miracolosa blindata

Troveranno una sgradita sorpresa i devoti che giungeranno nella cripta della Basilica per toccare la colonna miracolosa che è stata totalmente coperta da una struttura in plexiglas per evitare le deturpazioni causate da alcuni devoti che hanno asportato pezzi di colonna. Già da qualche anno la colonna era stata ingabbiata impedendo il rituale del giro della stessa da parte delle “zitelle” (signore che non riuscivano a sposarsi n.d.r).

Il Nicolino d’oro

Si svolgerà in comune invece, sabato alle 11,00, la consegna del premio Nicolino d’Oro a sei baresi che si sono contraddistinti in vari campi e, un premio alla memoria.

 

Condividi
Redazione
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

Nessun commento

Commenta l'articolo