Scienza: da Bari a Lecce per parlare di donazione d’organi

0

Saranno un centinaio i delegati dell’A.I.T.F. (Associazione Italiana Trapiantati di Fegato), provenienti da tutta Italia, che si ritroveranno domenica 30 aprile 2017 alle 10 presso il Policlinico di Bari (Aula De Benedictis) per celebrare la loro assemblea generale. Alla riunione sono stati invitate le maggiori autorità locali e regionali ed è certa la partecipazione dei proff. Vincenzo Memeo e Luigi Lupo oltre alla presenza di un rappresentante del Coordinamento Regionale Trapianti.

Da anni la delegazione AITF Puglia si sta battendo perché venga potenziato il numero dei chirurghi del Centro trapianti di fegato di Bari; dalle ultime statistiche si evince un costante aumento degli interventi e sarebbe opportuno che anche l’équipe che si occupa di queste delicate operazioni, potesse contare su un adeguato numero di chirurghi.

Questo permetterebbe di ridurre quello che viene definito “Il Viaggio della Speranza”, per molti pazienti costretti ad emigrare in altri centri, talvolta molto distanti. La convocazione dell’assemblea generale a Bari, vuole avere anche questo significato di solidarietà, in presenza di una volontà favorevole, già espressa da parte degli organi istituzionali regionali, che tarda a prendere avvio.

La presenza dei delegati di AITF in Puglia non si limiterà a questo incontro, giacchè il venerdì precedente (28 aprile) alle ore 17 avrà luogo a Lecce presso la sala conferenze dell’Asl, in via Miglietta, un Convegno dal titolo significativo: “Donazione Organi e Tessuti nel Salento”. In quella occasione sarà il presidente nazionale AITF, Marco Borgogno ad aprire i lavori. Hanno confermato la loro presenza i medici rianimatori Filippo De Rosa, Giancarlo Negro e Domenico Corlianò. Interverranno inoltre la dott.ssa Maria Caterina Carbonara – Coordinatrice donazione organi ASL – Lecce, il prof. Luigi Lupo del Centro Trapianti di Bari. A moderare l’incontro sarà il dott. Pino Neglia – Vice Presidente AIDO Regione Puglia. In chiusura dei lavori, verso le 19,30, la presidente della Delegazione AITF Puglia,  Rita Cuna, porterà il saluto dei trapiantati pugliesi. L’iniziativa è stata accolta molto positivamente dalla dr.ssa Silvana Melli, direttore generale Asl Lecce, fermamente convinta che «costruire una solida e ben informata “cultura del dono” è la base per far crescere la consapevolezza nelle persone e la disponibilità di ognuno ad essere parte di una comunità capace di generare nuova vita e cancellare certi timori o pregiudizi».

La giornata di sabato 29 aprile sarà dedicata alla 3° Festa Nazionale: un giro turistico sulla splendida costa salentina. Sarà un’occasione per consolidare i rapporti di amicizia tra le varie delegazioni nell’intento di una sempre maggiore divulgazione delle problematiche riferite alla donazione degli organi, al miglioramento delle tecniche di trapianto ed alla divulgazione dei nuovi farmaci in grado di debellare l’epatite C.

A tal proposito la presidente AITF Puglia, Rita Cuna, ha rilasciato la seguente dichiarazione: “Nonostante l’intenso e gravoso lavoro organizzativo, sono veramente soddisfatta di avere accettato la scommessa di dedicare alcune giornate nel nostro splendido Sud a temi di rilevanza sanitaria di grande importanza. Porgo a tutti i miei colleghi trapiantati un sincero benvenuto”.

Marco Borgogno, presidente nazionale, ha indirizzato parole di plauso a Rita Cuna: “Una donna che, con la sua pervicacia ed il suo lodevole impegno, non solo ha dimostrato il valore delle donne, ma anche quanto un trapiantato di fegato possa ritornare ad una vita del tutto normale ed attiva”.

Condividi
Redazione
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

Nessun commento

Commenta l'articolo