Sculture all’aperto: a Mola di Bari Perino & Vele

0
Perino & Vele, "Màule", 2016, particolare

Terza tappa per Art Open Air, progetto inserito nell’ambito del SAC (Sistema Ambientale e Culturale) “Mari tra le Mura” e organizzato dalla Fondazione Pino Pascali. Dopo gli interventi di Michele Giangrande a Rutigliano e di Christiane Löhr a Polignano a Mare, il rinnovato appuntamento con le “sculture all’aperto” avrà come protagonisti Perino & Vele, che venerdì 16 dicembre 2016 (alle ore 11) presenteranno un lavoro inedito a Mola di Bari, presso l’ex Monastero di Santa Chiara.

Installata nel suggestivo chiostro, all’interno di un complesso che ospita una sede distaccata dell’Accademia di Belle Arti di Bari, la scultura – intitolata Màule – è basata su uno studio approfondito della storia di Mola e del suo stretto legame con il mare; composta da cassette in acciaio zincato a caldo e ossidato, e, sulla sommità, da una riproduzione in vetroresina di un’anfora antica, l’opera è stata creata con l’intenzione di “di perpetuare e rinnovare il legame tra l’uomo, il mare […] e la storia”, legame che si manifesta in questa “presenza totemica” che ha il compito di trasmettere un messaggio costruttivo, attraverso cui edificare il futuro.

All’inaugurazione dell’evento espositivo, curato da Rosalba Branà con Antonio Frugis, Susanna Torres e Nicola Zito, interverranno Giangrazio Di Rutigliano e Francesca Mola, rispettivamente sindaco e assessore alla Cultura del Comune di Mola di Bari, e Giuseppe Sylos Labini, direttore dell’Accademia di Belle Arti di Bari, i cui studenti saranno protagonisti di una conversazione con gli artisti.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.