Scuola, la Uil attacca la direzione scolastica regionale

0

“Irregolari ed al limite della legalità”. Giovanni Verga, Segretario generale regionale della UIL Scuola Puglia, definisce così le “operazioni, prontamente denunciate dalla UIL Scuola e per le quali ancora oggi non si corre ai ripari, relative alle utilizzazioni dei Direttori dei Servizi Generali ed Amministrativi in soprannumero, in barba alle norme contrattuali nazionali e contrarie alle direttive emanate dalla stessa Direzione Regionale, che quindi riesce ad andare anche contro se stessa”.

“Ma – prosegue Verga –  il fiore all’occhiello di questa regione è rappresentato, ormai per il secondo anno scolastico, dall’impossibilità, da parte dei docenti vincitori di concorso neo immessi in ruolo, di scegliersi, come la norma prevede e come accade nelle altre regioni, la provincia di servizio. Traspare ormai evidente la mancanza di un disegno e di un progetto razionale e trasparente di amministrazione che tratta tutti come sudditi e che connota uno stato di confusione riscontrabile anche per tutte le operazioni d’inizio anno previste per un corretto avvio dello stesso”.

“Infine – chiosa Verga – non va sottaciuta la mancata calendarizzazione delle operazioni di nomina degli incarichi annuali per i docenti e per il personale Ata, che sicuramente metterà tutte le scuole della Puglia in una situazione di profonda criticità, aggravando ulteriormente il compito dei dirigenti scolastici”.

Condividi
Redazione
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

Nessun commento

Commenta l'articolo