This is Sparta? No, this is Taranto con la Spartan Race

0

This is Sparta? No, this is Taranto, che per due giorni diventa la capitale italiana della corsa ad ostacoli più difficile ed affascinante del panorama sportivo.

Mancano ormai pochi giorni alla spettacolare gara della Spartan Race Italia, con le tre  specialità– Sprint, Super e Beast  che  per la prima volta si terranno a Taranto sabato  29  e domenica 30 ottobre. Per la corsa mozzafiato più impegnativa al mondo è stata scelta Taranto in quanto “casa” degli spartani in Italia, la città più greca d’Italia: secondo la mitologia, infatti, Taranto fu fondata proprio da uno spartano, il condottiero Falanto. Per l’appuntamento più a Sud d’Europa  che si svolgerà  prevalentemente nel Parco Cimino, è già record con oltre 3500 iscritti ad oggi provenienti da: Stati Uniti d’America – Alaska, Arizona, Kansas, Minnesota, Virginia – e, per quel che riguarda l’Europa, da Belgio, Francia, Gran Bretagna, Slovacchia, Germania, Polonia, Spagna, Portogallo, Austria, Svezia.

E’ online la landing Spartan Race, in homepage del portale viaggiareinpuglia.it. La Regione Puglia, attraverso Pugliapromozione,  promuove la manifestazione.

“La Spartan Race è anche un’ottima occasione per scoprire la storia e le bellezze del capoluogo ionico, ricchissimo di storia e testimonianze archeologiche magno greche – commenta il Commissario di Pugliapromozione Paolo Verri –  Pugliapromozione sostiene questo evento, che apre la stagione dell’autunno in Puglia, con la pubblicazione di maxicartoline, di nuovi pieghevoli con gli attrattori culturali della città di Taranto,oltre che con i drappeggi lungo i viali della città con il claim “Spartani ben tornati a casa” e con passaggi radiofonici di lancio dell’evento. Non ci poteva essere modo migliore di aprire la stagione autunnale che prevede tante iniziative di destagionalizzazione in giro per la Puglia fino al sei dicembre a cui seguiranno quelle del Natale in Puglia.”

Molto soddisfatti anche gli organizzatori dell’evento:  “Attorno alla manifestazione sportiva è sbocciato un interesse speciale, che è destinato a trasformare l’appuntamento di Taranto da una gara normale in un evento di rilevanza particolare e al livello superiore – commenta Giulia Zomegnan, general manager di Spartan Race Italia – Taranto, città fondata da Falanto, rappresenta da sempre nelle nostre aspettative l’humus dove piantare il seme di Spartan Race: movimento alla costante ricerca delle proprie radici. E’ nato in America, ma la sua casa è in Europa: a Sparta in primis e a Taranto in seconda battuta. Gli Spartans stanno cioè trovando la via di casa e Taranto è il ponte ideale verso Sparta. Le proiezioni danno al momento la cifra di 3.500 partecipanti: meglio di quanto accadde al momento dello sbarco di Spartan Race a Roma, poi raddoppiato. Considerate le difficoltà logistiche a raggiungere Taranto, c’è davvero da essere soddisfatti, guardando al futuro con il proposito di fare sistema con tutte le entità della Puglia per portare in superficie l’interesse per Spartan Race in generale e per Taranto in particolare, vera perla della Magna Grecia da proporre nel mondo come meta turistica di eccellenza”.

Condividi

Nessun commento

Commenta l'articolo