Atletica, Stefano Baldini ad Alberobello sul percorso del campionato italiano di corsa su strada

0

Il campione olimpico Stefano Baldini ad Alberobello sabato scorso 20 gennaio per visionare il percorso del prossimi Campionati Italiani di corsa su strada.

L’ex atleta, oro nella maratona di Atene del 2004 e oggi direttore tecnico delle nazionali giovanili e dell’Area Svilippo Fidal (Federazione italiana di atletica leggera) è stato nel paese dei trulli per visionare il percorso del prossimo Campionato italiano di corsa su strada 10 km «Trulli in corsa tricolore» che si svolgerà ad Alberobello il 1° settembre 2018.

Baldini è stato accolto al Municipio dal sindaco, Michele Longo e dall’assessore allo Sport, Antonella Ivone nella sala consiliare «Gianpiero De Santis».

“E’ un percorso impegnativo, tecnico, ma spettacolare – ha detto Baldini –. La corsa su strada è bella perché può tenersi in tutta Italia e diventa l’occasione per trasformare le città in uno stadio a cielo aperto. Sono convinto che questa manifestazione farà crescere ulteriormente Alberobello che è già famosa ovunque. E’ un percorso che merita e dobbiamo capire che non possiamo sempre correre sulle autostrade per fare i record, ma dobbiamo essere in grado di interpretare le morfologie del territorio”.

“Essere patrimonio mondiale dell’Unesco è una grande responsabilità – ha detto il sindaco Michele Longo – ma può ispirare solo momenti positivi. Vivere nella bellezza. e riuscire a portare nella bellezza qualcosa di ancora più emozionante come la corsa, è motivo di orgoglio. Cercheremo di coinvolgere tutte la fasce d’età perché crediamo fortemente che lo sport sia messaggero di pace e di buoni sentimenti”.

“Faremo il possibile per offrire ai podisti il miglior percorso”, ha aggiunto l’assessore allo Sport Antonella Ivone che ha accompagnato Baldini nel giro di rodaggio del circuito. Un plauso alla «qualità organizzativa di Alberobello» è arrivato dal presidente regionale della Fidal, Giacomo Leone: “Alberobello ha un sindaco meraviglioso che mette il cuore in tutto quello che fa e sono sicuro che questa sarà un’ulteriore scommessa vinta perché Alberobello è abituata a organizzare grandi eventi. Questo territorio merita la ribalta e io sono sempre stato promotore di un binomio che considero vincente: quello del marketing sportivo che significa legare grandi eventi alla possibilità di esportare le tipicità del territorio”.

D’accordo Antonio Petino, vice presidente della federazione regionale che ha sottolineato come il campionato italiano ad Alberobello sia “la ciliegina sulla torta per la Puglia che è la perla del Sud sotto il profilo numerico delle prestazioni”.

Per questo, ha aggiunto Ottavio Andriani, responsabile Fidal Puglia per il settore mezzofondo, “il comitato regionale sta spingendo sull’acceleratore e sta cercando di portare al Sud manifestazioni mai avute nell’intento di alzare l’asticella seguendo però la teoria dei piccoli passi”.

Per l’Alberobello running, società che organizza l’evento, guidata dal presidente Saverio Caporaso, ospitare un campionato italiano è “un sogno che si realizza e che è lungo sei anni”, come ha sottolineato il vice presidente della squadra e responsabile organizzatore della gara Luigi Giliberti.

Condividi
Redazione
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

Nessun commento

Commenta l'articolo