Superlega, la Bcc Castellana perde nel tempio del Volley a Modena

0

Non si poteva forse pretendere di più dalla prima giornata di Superlega in casa New Mater Castellana che soccombe contro l’Azimut Modena nel tempio del volley italiano, il Palapanini.

Oltre ad uno scontato gap tecnico che la Bcc pagava nei confronti di una delle formazioni favorite per lo Scudetto, sono battuta e muro a fare la differenza nel match con un Giulio Sabbi che contro la sua ex squadra decide di conquistarsi il titolo (meritato) di MVP spaccando la partita in battuta ed in attacco.

Castellana ha fatto il massimo che si potesse attendere contro un avversario davvero fortissimo. Specie nel terzo set la Bcc è stata brava a non disunirsi lottando punto a punto sino alla fine e soccombendo solo grazie ai colpi dei fuoriclasse avversari, Ngapeth e Van Garderen, nella fattispecie.

Una gara che sicuramente servirà da esperienza alla neopromossa a partire dal prossimo match che segnerà l’esordio casalingo per i pugliesi contro il Latina di Vincenzo Di Pinto.

LA PARTITA

Lorizio manda in campo il sei+uno annunciato con Hebda e Moreira in banda, De Togni e Costa al centro con Tzioumakas opposto a Paris e Cavaccini libero. I padroni di casa giocano con Bruno con opposto Sabbi, Mazzone e Holt al centro , Ngapeth e Urnaut in banda e Rossini libero.

La curva modenese manda a quel paese il nuovo tecnico Stoytchev come così come accadeva da avversario e così come lo stesso tecnico bulgaro ha ironicamente preteso – ad inizio di ogni gara – dai suoi nuovi fans. La Bcc inaugura la divisa da trasferta biancorossa e non poteva essere altrimenti avendo le due squadre il gialloblù in comune.

Moreira mette a terra i primi due punti in Superlega per la Bcc che non sembra soffrire di alcun timore reverenziale, 2-3. Nonostante i troppi errori in battuta (4 nelle prime battute di gioco) gli ospiti tengono bene il campo sino a che il muro modenese sale di incisività e costringe Lorizio al primo timeout , 10-7.

L’ex Sabbi punge sia in attacco che in battuta, 14-10, mentre Castellana non riesce a fare male con la battuta con la ricezione canarina che consegna aBruninho ottimi palloni da smistare. Il servizio di Urnaut rompe gli indugi per Modena con la Bcc costretta ancora al timeout  il secondo time out, 17-11. La Bcc soffre la strapotenza di casa dai nove metri; il set scivola nettamente nelle mani di Modena con le note positive pugliesi che arrivano in attacco con Moreira (4 punti su 5 attacchi) e Tzioumakas (3) positivi in un fondamentale che chiude comunque con un ottimo 68% di squadra, anche se non sufficiente, 25-16.

Secondo parziale con Canuto in campo per Hebda nel tentativo di rinsaldare la seconda linea. Come in precedenza,  la Bcc parte bene  ma quando a Modena entra la battuta sono dolori; è il turno di Sabbi infierire dai nove metri portando i suoi dal 5-5 al 9-5. La neopromossa lotta in campo ma Modena non lascia nulla al caso con l’opposto laziale primadonna anche in attacco. Si arriva sul 18-11 con la difesa di casa brava pure a controllare gli attacchi avversari. Ngapeth lascia il posto a Van Garderen con l’Azimut che tiene , dall’alto della sua caratura tecnica , agevolmente il vantaggio chiudendo 25-15 col muro proprio del neo entrato schiacciatore belga.

Nel terzo set la Bcc si scrolla la tensione di dosso ed è brava a non disunirsi, risponde colpo su colpo e sfruttando un paio di difese ed una battuta migliore che in precedenza.

Il pubblico di casa applaude per un paio di azioni spettacolari da una parte e dall’altra con i pugliesi che restano nel set, 16-16.  Tzioumakas strappa applausi in attacco e Stoytchev chiama il suo primo time out del match, 18-19.

Regge bene la squadra di Lorizio cedendo il vantaggio sul 23-22 con Ngapeth che schiaccia senza muro servito da Bruninho. Van Garderen , questa volta in campo al posto di Urnaut,  dal servizio porta a 24 i suoi ma la Bcc prima annulla a muro il match ball,  poi in contrattacco con Moreira reimpatta, 24-24. Una magia in attacco di Le Roi Ngapeth ed un errore in attacco consegnano però la vittoria all’Azimut, 26-24.

LE DICHIARAZIONI POST GARA

Stoytchev: “Abbiamo giocato due set molto buoni con Castellana che era sottotono. Nel terzo parziale loro hanno iniziato a rischiare e abbiamo avuto alcune incertezze, dovevamo creare più opportunità per il contrattacco e non ci siamo riusciti. Non sono preoccupato di ciò che abbiamo fatto nel terzo parziale, è normale e giusto che la squadra si abitui a soffrire. Per il futuro dobbiamo migliorare muro, difesa e contrattacco, che è quello che ci servirà per fare il salto di qualità”

Lorizio (nella foto): “I primi due set sono stati condizionati molto dalla battuta di Modena che ha forzato tanto ed abbiamo subito tantissimo, ce la siamo giocati nel cambio palla, ma eravamo in grande difficoltà come è plausibile quando affronti una squadra del genere. Nel terzo si è visto che Castellana c’è, che sa soffrire e giocare un buon volley, loro sono calati un po’ in battuta e siamo venuti fuori. E’ stata una gioia e un divertimento giocare a Modena davanti a 4mila tifosi. Sono assolutamente soddisfatto della prova dei miei ragazzi, non potevo chiedere di più”.

Commenta l'articolo

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.