Superlega, sotto l’Albero la vittoria della Bcc Castellana che non ti aspetti

0

Nello sport ci sono vittorie che vanno al di là di ogni ragionamento tecnico e tattico e lo straordinario successo della Cenerentola Bcc contro la Regina Civitanova, appartiene a questa categoria.

Una sorpresa incredibile per i tifosi pugliesi della New Mater, accorsi in massa al Palaflorio  più per ammirare i Campioni d’Italia e vice Campioni del mondo ma che poi hanno dovuto ammirare e premiare il coraggio della formazione castellanese che vince una partita memorabile in rimonta e affrontando i blasonati e fortissimi avversari senza un attimo di paura o cedimento. Un successo che ripaga le fatiche e le sofferenze che la formazione di Lorizio ha dovuto sopportare in questi mesi e la conseguente sfiducia che 11 sconfitte in fila lasciano inevitabilmente nella testa di qualunque atleta.

A dare ulteriore credito alla prestazione pugliese il fatto di non essersi prima scoraggiati – dopo aver perso nettamente il primo set – e poi accontentati di un tiebreak meritatamente conquistato; proprio sul 2-2 infatti Cavaccini e compagni  hanno creduto nell’impresa ed il campo lo ha certificato.

La Lube è formazione senz’altro di altra caratura rispetto alla New Mater e stasera ha fatto a meno di Sokolov e Sander con Christenson subentrato solo nel finale  ma spesso ci vuole qualcosa in più per vincere e quel qualcosa, nonostante un immenso Juantorena (24) ed un positivo Cester (15), ieri sera lo ha messo in campo la Bcc.

LA PARTITA

Medei è chiamato a mescolare le carte, complici le non buone condizioni fisiche di qualcuno dei suoi; la diagonale è composta da Zhoukosky e Casadei, con Candellaro e Cester centrali, Juantorena e Kovar in banda e Grebennikov libero. La New Mater ritrova Paris al palleggio e Tzioumakas opposto con CAnuto e Moreira in banda , De Togni e Costa centrali e Cavaccini libero.

Parte un po’ in soggezione la formazione di casa in avvio subendo lo strapotere in attacco della Lube (78%) con Juantorena a trascinare i suoi. Il 25-15 è severo ma la Bcc non sembra sull’orlo di crollare perchè alle bordate dai nove metri ospiti la ricezione risponde colpo su colpo.

Forse questo primo set illude un po’ troppo gli ospiti che nel secondo set si trovano di fronte un altro avversario. Moreira (6 punti nel set ) e Canuto fanno salire le percentuali in attacco (59%) con Tzioumakas pronto a giocare i palloni più sporchi. Il  muro difesa lavora benissimo in lettura e la coppia brasiliana della New Mater rompe gli equilibri , 21-17. Il break sarà quello decisivo perchè la Lube non  riesce a rientrare grazie alla grande attenzione degli uomini di casa; il 25-21 comincia a far salire la temperatura del Palaflorio.

Nel terzo set Civitanova prende tre punti di vantaggio in avvio  ma la Bcc non molla e col buon turno in battuta di Moreira riagguanta la parità, 13-13. Tzioumakas a muro su Casadei recupera il successivo strappo e Canuto manda addirittura in vantaggio i locali, 18-17. Ci vuole il miglior Juantorena (8 punti nel set) per portare a casa Lube un set complicato, 23-25.

Un’altra volta la New Mater non molla anzi rilancia; la battuta fa subito male agli ospiti , la New Mater vola 8-3 rintuzza il tentativo di recupero Lube a metà set e Paris si concentra sul gioco dal centro con Costa e De Togni che non deludono. Cester prosegue la sua positiva partita ma non basta perchè Moreira dall’altra parte è in fiducia e spinge il contrattacco pugliese su buone percentuali. Medei manda in campo Christenson ma il 12 brasiliano porta le squadre al meritato tiebreak.

Il quinto set ci si aspetta la reazione finale Lube e invece la New Mater a volare sulle ali dell’entusiasmo ; sale in cattedra Athos Costa che si va a prendere il titolo di MVP col muro  onnipresente e con l’attacco che sfonda le difese avversarie. Il 10-5 è frutto anche del buon turno di servizio di Canuto che riesce a non regalare gioco facile a Christenson con Cavaccini sempre a raccordare il reparto di seconda linea.

Il 12-5 per i padroni di casa a tabellone lascia increduli ma il campo ha sempre ragione ; la battuta in rete di Cester fa esplodere la gioia incontenibile del Palaflorio e dei ragazzi in campo.

Un successo che regala una spinta in più ai pugliesi chiamati alla impresa Bis sabato prossimo contro Modena.

LE DICHIARAZIONI

Matteo Paris: “Sono contento anche perchè un mese fa è nata mia figlia , oggi qui c’era la mia famiglia …. una emozione pazzesca. E’ una vittoria che va oltretutto ; ci siamo sciolti dopo un primo set timoroso abbiamo lasciato andare il braccio con più convinzione di loro probabilmente che resta una squadra mostruosa. Stasera è girato qualcosa  è girata dalla nostra parte. Siamo felicissimi.”

Giampaolo Medei (Lube):” Abbiamo un po’ di problemi fisici che dobbiamo risolvere al più presto, quindi ho dovito mandare in campo una formazione condoizionata dalla infermeria. La scelta di Zhoukoski inoltre era dettata dal fatto di dare  spazio al ragazzo. Dopo il primo set ci sono mancate le enrgie mentali consumandoci molto a livello nervoso. E’ un periodo dispoendioso e credo che la causa della sconfitta sia riconducibile a ciò.”

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.