Taranto, due maestre sospese per violenze sui bambini

0

Due maestre di una scuola dell’infanzia di Taranto, di 45 e 46 anni, sono state interdette dalla professione per avere maltrattato ripetutamente bambini di età compresa tra tre e cinque anni. L’indagine della squadra mobile, scattata nel maggio scorso dopo la segnalazione di alcuni genitori dei piccoli alunni di una scuola dell’infanzia del capoluogo jonico, ha permesso di documentare le percosse e il linguaggio offensivo e mortificante usato dalle due insegnanti, una delle quali è di sostegno ad un alunno disabile.

I piccoli, secondo la ricostruzione degli inquirenti, avrebbero raccontato ai genitori che quando disubbidivano, la maestra e l’insegnante di sostegno diventavano entrambe violente e li colpivano.  Sarebbero state inferte anche gomitate in faccia anche ad un bimbo disabile, in un’occasione letteralmente trascinato sul pavimento.

Dopo la denuncia è stata nascosta nelle aule dell’istituto una telecamera che nei giorni successivi ha ripreso scene di inaudita e gratuita violenza sui piccoli. Episodi che hanno creato un clima di vero e proprio terrore in classe e che ha avuto ripercussioni anche fuori dall’istituto. In molte immagini i bimbi sono ripresi nel gesto di proteggersi in viso con le braccia mentre le maestre alzano le mani.

Le due insegnanti erano da mesi nel mirino della polizia, ed avevano già rischiato l’arresto prima della fine dello scorso anno scolastico. Adesso, per evitare la reiterazione dei reati, il pm tarantino Vilma Gilli ha firmato l’ordinanza cautelare di interdizione dalla professione per due mesi, in attesa della conclusione delle indagini del caso.

Intanto tutti i bambini coinvolti nella scabrosa e squallida vicenda sono stati trasferiti dai genitori in altri istituti cittadini.

Condividi
Redazione
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

Nessun commento

Commenta l'articolo