A Taranto, in prima mondiale, la musica classica diventa rumba e salsa

0

Musica afro-caraibica e classica si fondono per dare vita a un concerto sensazionale in una prima mondiale. “Via Havana” con Joachim Horsley arriva a Taranto lunedì 5 febbraio, al Teatro Orfeo alle ore 21 nell’ambito della rassegna “Eventi Musicali” dell’Orchestra ICO della Magna Grecia.

“Via Havana” arriverà a Matera martedì 6 febbraio all’Auditorium Gervasio. Poi Joachim Horsley si esibirà in Francia, il 13 febbraio a l’ Espace Prevert di Savigny-le-Temple e il 15 febbraio a Les Folies Bergere di Parigi.

Schubert, Bach, Chopin, Beethoven, Scheherazade, i grandi classici diventano rumba e salsa. Una combinazione vincente quella di Joachim Horsley al pianoforte, la sua band (formata da due percussionisti, una chitarra, un basso) e il maestro Maurizio Lomartire alla direzione dell’Orchestra della Magna Grecia. Si tratta della prima esecuzione assoluta di un repertorio arrangiato per l’occasione nella versione sinfonica per l’orchestra, un genere che ha riscosso un grande successo internazionale.

Nel corso del concerto sarà eseguito anche il suo pezzo “Beethoven in Havana”, una performance del 2°Movimento della 7ª Sinfonia di Beethoven in stile Rumba cubano, con tutti gli strumenti creati dal pianoforte stesso, che è stato visto oltre dieci milioni di volte online nei primi sei mesi della sua uscita, attirando l’attenzione internazionale.

Joachim Horsley, pianista, arrangiatore e compositore, ha scritto musica per film e televisione e lavorato dietro le quinte con molti artisti. Ha composto colonne sonore per la serie TV Dreamworks “Spirit Riding Free”, per la prossima serie animata Disney “Big City Greens”, per i film “2307: Winter’s Dream” e “Guys Reading Poems”. Ha collaborato con Michael Bublé , nel tour “All of Me” di John Legend e per l’orchestrazione del Concerto per pianoforte di Ben Folds. Lavorando con il compositore Anton Sanko , Horsley ha orchestrato e diretto la colonna sonora per i film ” Ouija “, ” The Possession ” e “Rabbit Hole “(interpretato da Nicole Kidman e Aaron Eckhart), così come la serie TV” Great Migrations “, trasmessa sul canale National Geographic e vincitrice di un Emmy ® di notizie e documentari per musica e suono.

“In Via Havana, sto combinando musica classica con stili dei Caraibi e aree circostanti, spesso chiamata musica afro-caraibica, in nuovi arrangiamenti o ri-composizioni per pianoforte e vari ensemble. L’idea di questo progetto –  ha riferito Joachim Horsley –  è iniziata nel 2015, dopo aver studiato musica a Cuba con il mio buon amico e mentore Aldo Mazza, attraverso il suo workshop KOSA Cuba. La musica rumba cubana, sia nel suo suono che nel modo in cui è stata creata, ha fatto un’impressione duratura e ha ispirato il primo pezzo di questa serie, Beethoven in L’Avana. Spero che queste fusioni espandano il pubblico e incoraggiano l’esplorazione. Con questa serie, voglio andare il più lontano possibile ad esplorare la bellezza sonora da culture diverse, spingendo i confini delle possibilità e delle aspettative e creando un repertorio che rappresenti un legame significativo con il pubblico e i musicisti di tutto il mondo”.

E questa volta a Taranto e a Matera, si legherà agli eccelsi  musicisti dell’Orchestra ICO della Magna Grecia e al pubblico tarantino che li segue.

Il maestro Maurizio Lomartire che dirigerà l’Orchestra ICO della Magna Grecia, oltre che direttore d’orchestra è consulente artistico, compositore/arrangiatore, violinista/violista. Ha collaborato e collabora con artisti di fama come Bacalov, Piovano, Amoyal, Apap e Rosenberg e orchestre internazionali come l’Orchestra Filarmonica “Klassica” di Pietroburgo, l’Orchestra Filarmonica di Poznan e l’Orchestra di Stato del Messico. Ha studiato violino e viola con W. Janssen, K. Stochmialek e P. Dervishi e ha conseguito la laurea in Musicologia.

Dal 1997 al 2008 è stato Direttore musicale dell’Orchestra Ico della Magna Grecia. Da qualche anno si è avvicinato al jazz come autore ed esecutore. Insegna presso il Conservatorio “N. Piccinni” di Bari e suona strumenti Yamaha e Cantini.

Tra i brani della serata vi saranno tre brani senza l’accompagnamento dell’orchestra : Dmitri’s San Millán (Shostakovich, Venezuelan Style) ~4 min, Impromptuno (Schubert, Salsa) ~6 min e Each Time Around – (Joachim Horsley, Vocals and piano, Calypso) ~ 4min.

I sei brani che seguono, invece saranno eseguiti con l’orchestra: Rumbacabra (Danse Macabre -Saint saens, Rumba Style) ~4 min, Scheherazade in Cape Verde (Scheherazade, nikolai rimsky-korsakov, Cape Verde Style)~4 min, Rumba Fugue and Prelude (Bach, Well Tempered Clavier, BWV 846, Rumba Style) ~5 min, Mahler’s Resurrection Rumba (Mahler’s 2nd Symphony, in 3 Rumba Styles) ~5 min, Chopin on the Cuban Shore (Chopin Etude Op. 10 No. 3, Various Cuban Styles) ~5 min, Beethoven In Havana (Beethoven Symph. 7 no. 2, Rumba) ~5 min.

Il concerto è organizzato dall’Orchestra ICO Magna Grecia e Comune di Taranto, Regione Puglia e Mibact. Ubi Banca, Shell, Fondazione Puglia e Programma Sviluppo sono i main sponsor, mentre Andriani Boutiques è sponsor dell’evento.

di Vito Piepoli

Condividi
Redazione
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

Nessun commento

Commenta l'articolo