Taranto, operazione antimafia: sigilli ad una catena di supermercati

0

Una catena di 13 supermercati, del valore di oltre 4 milioni di euro, è stata sequestrata dalla Guardia di finanza di Taranto, in collaborazione con la Dda di Lecce, nell’ambito dell’inchiesta denominata “Feudo“, che portò, nel giugno scorso, a 38 arresti e allo smantellamento di un agguerrito gruppo criminale che agiva a Taranto, Statte e Massafra.

Sotto sigilli il centro di distribuzione Primo Cash di Statte e 13 supermercati del gruppo Pascar fra Taranto, Statte, San Giorgio ionico, Grottaglie, Pulsano e Crispiano per un valore di oltre 4 milioni di euro.

Dalle indagini è emerso che il gruppo criminale era specializzato nel reinvestire i proventi illeciti in attività commerciali di tutta la provincia di Taranto.

I sigilli sono stati apposti a 13 punti vendita nei comuni di Statte, San Giorgio, Grottaglie, Pulsano e Crispiano. Il sequestro è stato disposto dal Tribunale del Riesame di Lecce, che ha accolto l’appello proposto dalla Dda contro il precedente rigetto della misura da parte del gip. Nei giorni scorsi, in relazione a questa inchiesta, la Dda ha emesso l’avviso di conclusione delle indagini preliminari nei confronti di 87 indagati, molti dei quali devono rispondere di associazione di tipo mafioso e traffico illecito di sostanze stupefacenti.

Nessun commento

Commenta l'articolo