Teatro Griot, un’opera collettiva per la collettività a Lucera

0

Sarà presentato mercoledì 17 settembre 2014, a Lucera, il Teatro Griot: un’opera collettiva costruita in 10 giorni a costo zero, nel cuore della Villa Comunale, da trenta volontari, con 1500 mattoni provenienti da un vecchio caseggiato andato distrutto, adoperando una tecnica proveniente dal passato.

La struttura, ispirata all’antica tecnica del compasso di Hassan Fathy, utilizzata dal grande architetto italiano Fabrizio Càrola, nasce da un progetto degli ingegneri Luigi Di Carlo e Gianfranca Mastroianni e degli architetti Stefania Vestuto e Chiara Signora. Alla realizzazione, che sarà presentata nel Palazzo Mozzagrugno, alle ore 19:00, nell’ambito della prima giornata del Festival della Letteratura Mediterranea, hanno lavorato Antonio Petrone, Daniela Gramegna e Anna Lucia Marucci. Il progetto grafico è stato realizzato dall’architetto Antonio Elia Granieri, ma sono ancora tanti i nomi, i volti e le braccia delle persone che hanno partecipato al workshop di autocostruzione messo in piedi dall’Associazione Z’Unica, con il coinvolgimento della gioventù lucerina, donne e uomini di sudore e intelletto, studenti, manovali, architetti e ingegneri.

“Stiamo costruendo quello che abbiamo chiamato Teatro Griot – ha aggiunto Luigi Di Carlo – una semi cupola a spirale con al centro un braciere intorno al quale, come nella tradizione nord africana dei griot, i cantastorie, si svolgeranno eventi culturali di vario genere: letture, incontri, concerti in acustico, lezioni di storia, filosofia, storia dell’arte. Una piccola ‘università del sapere’ aperta a tutti”.

Infatti, da giovedì 18 settembre, la nuova struttura ospiterà una serie di eventi: arriveranno Fabrizio Càrola, Sandro Joyeux e la sua chitarra, Federico Maggiore e la storia del principe Manfredi, la musica di Ettore Figliola e quella, in acustico, della Unza Unza Band. Inoltre il Teatro Griot accoglierà Lorenzo Canova e le sue lezioni di Storia dell’arte romana. Nei giorni a seguire l’attrice Diletta Rossi leggerà L’Asino d’oro di Apuleio e arriverà l’architetto Franco Purini.

Per aggiornamenti sul Teatro Griot ed il calendario di eventi in programma è possibile visitare la pagina Facebook ufficiale Z’unica Mon Amour.

 

Condividi

Nessun commento

Commenta l'articolo