Teresa De Sio: “Ritmo pugliese e melodia napoletana: a Taranto facciamo i botti”

0
Roma, 7 Dicembre 2016

«La Puglia patria del ritmo, Napoli della melodia: preparatevi che a Taranto giovedì facciamo i botti». Con un video Teresa De Sio saluta gli amici tarantini e pugliesi in vista del concerto al Teatro Orfeo del 27 aprile (ore 21) per gli Amici della Musica Arcangelo Speranza. «Vi aspetto tutti con il cuore in mano», dice l’artista, che nel capoluogo ionico dà il via al suo nuovo tour «Teresa canta Pino», dal nome del recente omaggio discografico della cantautrice al compianto artista napoletano.

Un tour e un disco pensati come un «progetto devozionale». Il cd contiene quindici brani di Daniele riletti in chiave personale e un brano inedito, «‘O jammone», ossia “il capo”, scritto dalla stessa De Sio in ricordo dell’amico, da sempre visto come il più grande artista napoletano. Al disco, hanno preso parte anche Niccolò Fabi, voce nel brano «Un angolo di cielo», e il coro dei ragazzi dell’Istituto Melissa Bassi di Scampia, protagonista in «Napule è». Completano la tracklist fanno parte anche «‘O Scarrafone», «Bella ‘mbriana», «Je so’ pazza (Je so’ pazzo)», «Lazzari felici», «Serenata a fronn’ e limone», «Quanno chiove», «Notte che se ne va», «Un angolo di cielo», «Fatte ‘na pizza», «Chi tiene ‘o mare», «Ninnananinnanoè», «Tutta n’ata storia», «Alleria» e «Viento».

Ricco di energia, musica, colori e contaminazione musicale, in cui il folk si fonde con il blues e i ritmi contemporanei, il concerto è – a sua volta – diviso in due parti: una interamente dedicata a Pino Daniele e un’altra nella quale Teresa De Sio ripercorre la propria carriera interpretando i suoi grandi successi, da «Vogl’ e’ turnà» ad «Aum Aum», fino alle attualissime «Brigantessa e ‘o Paraviso ‘nterra», attraverso un crescendo musicale fortemente coinvolgente e con un travolgente finale a sorpresa.

Ad accompagnare Teresa una line-up d’eccezione con Sasà Flauto (direzione musicale e chitarre), H.E.R. (violino), Pasquale Angelini (batteria), Francesco Santalucia (tastiere), Vittorio Longobardi (basso) e Claudio Giusti (fiati).

Il concerto, prodotto e distribuito da AreaLive per la produzione esecutiva di Romeo Grosso, si annuncia di grande impatto scenico e musicale, un evento unico ed irripetibile, come ogni live dell’artista napoletana. Tra l’altro, il tour gode dell’alto patrocinio della Pino Daniele Trust Onlus, l’ente no profit creato in suo nome, la cui missione è quella di valorizzare il grande patrimonio artistico ed umano lasciatoci dall’artista napoletano con iniziative di interesse culturale in ambito musicale, lo studio della musica e della sua contaminazione nelle culture del pianeta. Altro importante sostegno è quello di CMC – Campania Music Commission – associazione  che ha lo scopo di valorizzare e rilanciare il territorio campano, i suoi beni culturali e le sue professionalità attraverso la musica in tutte le sue declinazioni.

Condividi
Redazione
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

Nessun commento

Commenta l'articolo