Time Zones, presentata la 32esima edizione della kermesse barese

0

Presentata nella sala del Comune di Bari la XXXII edizione di “Time Zones – sulla via delle musiche possibili”. Ad aprire la conferenza è stato il patron Gianluigi Trevisi, che ha esordito ponendo l’accento sulla coscienza femminile, oggetto di attenzione nella rassegna. In sostanza il programma è coerente con la linea che l’Associazione si è data da anni: “Disegnare la contemporaneità – ha detto Trevisi – costruendo un termine di paragone con il meanstream che oggi è diventato una vera imposizione.” Ha poi rievocato passati progetti originali, rievocando gli interventi di Steve Reich ed Ennio Morricone (presidente onorario di Time Zones).

L’assessore Maselli, presente per il Comune, ha elogiato l’operato di Trevisi: se il suo pionierismo ha un prezzo è anche vero che la città di Bari è orgogliosa di avere grazie a lui una rassegna come Time Zones.

Anteprima della stagione 2017 sarà Time Zones Off, l’ormai consueto appuntamento dedicato alla musica indipendente. Dal 13 al 15 ottobre, presso il Pellicano di Bari, si esibiranno nell’ordine i Turukù (contaminazioni rock, rap e classica), i Rumori di Scena, band post-rock, e Peekaboom, il duo contrabbasso e voce.

La kermesse ufficiale di Time Zones animerà i weekend a cavallo fra ottobre e novembre, con partenza venerdì 20 nell’ Anche Cinema Royal. Si esibiranno i Saroos, provenienti da Berlino e Monaco, tra elettronica e post-rock, e, a seguire, uno degli esponenti di punta del minimalismo, il sassofonista e compositore Jon Gibson, partner storico di Philip Glass. Il finale di serata è invece affidato al progetto di suoni e immagini “Visitations”, a cura di Luigi Morleo e Niccolò Mastrolonardo.

Sabato 21 ci si sposta all’Eremo Club di Molfetta per uno dei concerti più attesi della stagione, quello di Alexander Hacke e Danielle De Picciotto. Presenteranno l’album “Perseverantia”, uscito a maggio del 2016. Nella stessa serata si esibirà anche Claudia Ferrari, in arte Missy Jay, artista di techno-minimal.

Il 27 ottobre allo Showville, altro grande evento con il noto Jeff Mills, innovatore, profeta e autentica leggenda della techno. Per Time Zones presenterà in esclusiva nazionale l’ultima versione di “The Trip”.

Sabato 28 ottobre sempre all’Eremo Club ci saranno con quattro esibizioni:  Mary Ocher, cantautrice di origine russa trapiantata in Israele, Bebawinigi, cantante, compositrice, di rock e new wave. A seguire Sun Yufka e in chiusura di DJLag.

time zones, bari, musica,Il primo novembre ad Anche Cinema Royal si passa a Resina, alias di Karolina Rec, violoncellista e compositrice che vive a Varsavia, da sempre attiva nella scena musicale indipendente. Il suo album di debutto è uscito nel 2016. Nella stessa serata ci sarà Sarathy Korwar (nella foto a lato), abile suonatore di tabla classica e drum-kit.

Venerdì 3 novembre Time Zones sempre ad Anche Cinema Royal, arriva Maarja Nuut, violinista e cantante dell’Estonia settentrionale. La sua musica combina brani tradizionali con l’elettronica. Dopo di lei saliranno sul palco Las Hermanas Caronni (nella foto), due sorelle gemelle argentine che mettono al centro della loro musica l’eleganza e l’intimismo.

Il grande evento è quello del 10 novembre all’Auditorium Vallisa con Rayon, il progetto solista di Markus Acher, cantante e chitarrista dei Notwist: un universo di microsuoni elettro-acustici, condensato in una sequenza di brevi bozzetti strumentali. A chiusura della manifestazione si esibirà sabato 11 novembre Panji & Feldmanghosts all’Auditorium Vallisa, ensemble con danzatore tradizionale di Giava.

Continua anche per l’edizione trentadue la collaborazione fra Time Zones e la Compagnia Diaghilev con il trittico di Literature & Le Direzioni Del Racconto, una rassegna nella rassegna che si svolgerà dal 7 al 9 novembre con la guida creativa di Paolo Panaro. Al centro degli appuntamenti previsti alla Vallisa ci saranno Christian Lavernier con un lavoro sulla poesia italiana dal 200 al 500 (7 novembre), Paki Zennaro e Paolo Panaro con Bacco in Toscana (di Francesco Redi, 9 novembre), Piero Romano Matarrese con Les Maudits (10 novembre).

Nessun commento

Commenta l'articolo