Trani, terremoto politico, arrestato il sindaco Riserbato

0

Un vero e proprio terremoto politico ha scosso alle prime luci dell’alba la città di Trani. Il sindaco del capoluogo della Bat Luigi Nicola Riserbato, nel 2009 eletto consigliere provinciale con la ‘Puglia prima di tutto’, è stato arrestato questa mattina insieme ad altre 5 persone dalla Digos per i reati, contestati a vario titolo, associazione per delinquere finalizzata a commettere più delitti contro la pubblica amministrazione, concussione, corruzione, turbata libertà del procedimento di scelta del contraente e altro.

I destinatari della misura sono tutti politici, dirigenti e amministratori locali.

La vicenda riguarda l’appalto, secondo l’accusa pilotato, da oltre due milioni di euro per la vigilanza degli immobili comunali e richieste di assunzioni all’Amiu. Sono stati condotti nel carcere di Trani l’ex vicesindaco Giuseppe Di Marzio (Forza Italia), il consigliere comunale Nicola Damascelli (Movimento Schittulli), l’ex consigliere (dimessosi alcuni mesi fa) Maurizio Musci (di Forza Italia) e l’ex amministratore unico dell’Amiu, Antonello Ruggiero. Ai domiciliari, insieme al sindaco, anche il funzionario comunale Edoardo Savoiardo.

Condividi
Redazione
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

Nessun commento

Commenta l'articolo