Trasporto regionale: Nunziante rassicura tutti. Ma occorre passare dalle parole ai fatti

0

I soldi ci sono, i lavori sono imminenti, la sicurezza dei viaggiatori sarà garantita. Sono le rassicurazioni che arrivano, dopo un incontro con le parti sociali di questa mattina, dall’assessore regionale ai trasporti Antonio Nunziante.

Trasporti regionali sotto il mirino, dunque, della cronaca regionale, per i tanti inaccettabili disservizi e per inefficienze che, purtroppo, hanno causato incidenti nel recente passato anche mortali come la strage tra Corato e Andria del luglio 2016.

“Riteniamo non più prorogabile un cambio di passo deciso, da parte della Regione Puglia, nell’efficientamento della rete dei trasporti regionale, che passi dalla messa in sicurezza della linea ferroviaria in concessione e dal potenziamento del trasporto pubblico locale”.

Lo dichiara Aldo Pugliese, Segretario generale della UIL di Puglia, a margine della riunione con l’Assessore ai Trasporti, Antonio Nunziante. Un incontro che Pugliese definisce “molto positivo e incoraggiante”.

“L’assessore – spiega Pugliese – ha garantito che gli investimenti sulle linee ferroviarie in concessione, protagoniste in negativo di tragici eventi di cronaca e di quotidiani disservizi ai danni di cittadini, studenti e lavoratori pendolari, sono imminenti. Inoltre, ci è stato garantito che entro il 2018 verrà conclusa l’opera di raddoppio ed elettrificazione di una linea ferroviaria strategica per il trasporto regionale qual è la Bari-Taranto e, nello specifico, dell’ultimo tratto da completare Bari S. Andrea-Bitritto”.

“Per ciò che concerne la linea della dorsale adriatica – continua il Segretario regionale della UIL -, opera fondamentale per lo sviluppo del tessuto sociale, economico e industriale della Puglia, indispensabile per tirare la nostra regione fuori dall’isolamento nel quale è piombata da anni, è previsto entro il 2022 il raddoppio nella parte di pertinenza della Regione Puglia della S. Severo-Termoli, ovvero la S. Severo-Ripalta, mentre il Molise si è impegnato con proprie risorse a realizzare il raddoppio della Ripalta-Termoli che, a meno di imprevisti, dovrebbe essere terminato entro il 2027. Sulla linea adriatica, inoltre, la velocizzazione sarà completata nel 2018. Ci auguriamo che le tempistiche vengano rispettate, dopo lustri di vana attesa”.

Infine, sul trasporto pubblico locale, “la Regione Puglia ha assicurato un notevole ammodernamento del parco autobus sull’intero territorio regionale. Tuttavia, nella circostanza, abbiamo sollevato la questione relativa al necessario aumento del chilometraggio garantito: tanti sono i lavoratori pendolari che, ancora oggi, sono costretti ad utilizzare mezzi propri per recarsi sul posto di lavoro, con logiche conseguenze negative non solo sulla sicurezza e sull’incolumità degli stessi, ma anche dal punto di vista ambientale in virtù dell’aumento esponenziale del traffico su gomma sulle strade provinciali. In particolare, abbiamo sollecitato l’urgenza di un intervento su un caso eclatante in tal senso, ovvero i circa 1000 lavoratori della Leonardo di Grottaglie che quotidianamente si spostano da Brindisi e da Taranto in direzione dello stabilimento ionico, causando evidenti problemi di inquinamento, di traffico e mettendo a rischio la propria salute fisica”.

Commenta l'articolo

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.