Ultimo dell’anno alternativo: oltre le piazze c’è di più

0

Il festeggiamento in piazza è il più tipico per San Silvestro, soprattutto nelle regioni più calde, ma vista la neve ed il freddo che sta condizionando le ultime giornate del 2014, è possibile trovare alternative per il 31 dicembre ed il primo gennaio, occasioni per fare qualcosa di diverso.

Iniziamo con un evento “ibrido”: la notte di San Silvestro ad Otranto. Tanta musica e, chi volesse andare a godersi la prima alba d’Italia, può unirsi al gruppo locale di Legambiente che ogni anno dà appuntamento al faro della Palascìa, il punto più a Est del Paese, alle 4:00 del mattino, per assistere tutti insieme allo spettacolo della nascita del sole dal mare.  È consigliabile munirsi di torce, thermos di caffè e coperte.

A Molfetta grande festa presso il parco di divertimenti Miragica che, per la prima volta in assoluto, aprirà la notte del 31 dicembre per salutare, insieme ai suoi ospiti, l’alba del 2015. Dalle 19:00 del 31 dicembre alle 6:00 del mattino, grande divertimento per tutti con sorprese, ospiti di eccezione, la possibilità di danzare al ritmo delle musiche più travolgenti e di brindare anche a quaranta metri di altezza. Il programma della Notte di san Silvestro è vario e punta a soddisfare tutti: gli ospiti saranno accolti da una band itinerante, gruppi di animazione, trampolieri, mangiafuoco, postazione trucco bimbi.

Il 31 pomeriggio si potrebbe cogliere al volo la possibilità di visitare a Martina Franca la mostra “Costumi, armature e fregi dell’età medievale”, curata dall’Ordine di San Giovanni di Gerusalemme in collaborazione con il Comune di Martina Franca – Assessorato alle Attività Culturali. La rassegna, esposta nelle Sale del Piano Nobile del Palazzo Ducale, sarà visitabile proprio fino al 31 dicembre (dal lunedì al venerdì 9:00-13:00 e 16:00-19:00 e sabato e domenica 9:30-12:30 e 17:00-20:00). La mostra tematica con manichini a figura umana, completi di costumi, giunge a Martina Franca, dopo essere stata allestita ad Asti e alla Reggia di Caserta.

Anche quest’anno, nella suggestiva città di Alberobello, l’Associazione Sylva Tour and Didactics ha organizza la XII Mostra dei Presepi Tradizionali ed Artistici presso il Museo del Territorio “Casa Pezzolla”. Come ogni anno l’esposizione sarà strutturata in due sezioni: quella tradizionale e quella artistica; la prima sezione ospita quelle opere che raffigurano la Natività in maniera consueta; la seconda, invece, riguarda quelle opere che non rispecchiamo i criteri canonici ma rappresentano la Natività in maniera innovativa, dal punto di vista dell’iconografia e/o dei materiali. È una mostra a livello nazionale poiché ospita opere presepiali provenienti da molte regioni d’Italia e prevede un concorso, in cui i visitatori rappresenteranno la giuria popolare: essi saranno infatti chiamati a votare un’opera per sezione tra le loro preferite. Inoltre ci sarà una sezione dedicata alle opere che fanno parte della collezione museale, donate dai vari artigiani ed artisti nel corso delle edizioni precedenti. Un motivo in più per visitare la cttà dei trulli durante il primo giorno dell’anno.

Questi sono solo alcuni degli appuntamenti alternativi per i prossimi giorni, per salutare l’anno all’insegna dell’allegria, della musica, dell’arte e della natura.

Condividi
Redazione
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

Nessun commento

Commenta l'articolo