Una birra speciale nel nome di San Nicola

0

Novantanove esemplari, una serie quindi limitata, anzi, limitatissima. Novantanove bottiglie, dipinte a mano dall’artigiano Alessandro Cavaliere, nel formato “maxi” da un litro e mezzo ispirate alle ampolle di Manna ma dentro, non c’è il prezioso liquido estratto dalle ossa del Santo di Mira ma una ottima birra artigianale prodotta dal birrificio Barbarossa di Bari che oltre alla forma porta anche il nome di San Nicola. L’iniziativa commerciale è stata presentata oggi in Comune alla presenza del sindaco Antonio Decaro, dell’assessore allo Sviluppo economico Carla Palone e del priore della Basilica pontificia di San Nicola di Bari padre Ciro Capotosto. Della serie limitata, tre bottiglie sono state donate alla Basilica, al Museo Nicolaiano e alla Città di Bari mentre le altre novantasei saranno acquistabili a partire da 6 dicembre al beershop dedicato alla birra artigianale barese e pugliese, La Casa della Birra San Nicola, in strada San Luca a Bari vecchia: classica, export e speciale saranno le tre le tipologie di prodotto in commercio.

“Sono felice di ospitare la presentazione ufficiale della birra San Nicola – ha commentato il sindaco di Bari – non solo per il richiamo al nome del nostro Santo patrono ma anche perché i produttori sono due ragazzi baresi che si sono messi in gioco vincendo una scommessa importante. E lo hanno fatto qui a Bari dove viene realizzato tutto, dal processo di fermentazione all’imbottigliamento. Per questo siamo molto orgogliosi di loro e di chi, come loro, decide trasformare le buone idee in un buon prodotto”.

 

Condividi
Redazione
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

Nessun commento

Commenta l'articolo