Valenzano. Omicidio Leopardi: fermato il suocero

0

Dopo li ritrovamento e l’identificazione del cadavere di Alessandro Leopardi, l’uomo scomparso da Valenzano, in provincia di Bari, lo scorso primo ottobre scorso ed ex testimone di giustizia, residente a poche centinaia di metri dal luogo del ritrovamento del corpo carbonizzato.

Rocco Lagioia, il suocero di Alessandro Leopardi è stato prelevato nella giornata di ieri dai Carabinieri del reparto operativo di Bari, e posto in stato di fermo con l’accusa di essere l’autore dell’omicidio di suo genero. I Carabinieri hanno eseguito l’arresto in esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Gip del Tribunale di Bari.

Lagioia, valenzanese come il genero, è accusato di omicidio premeditato e distruzione di cadavere e verrà portato nel carcere di Bar in attesa dell’interrogatorio di garanzia.

Leggi anche: Valenzano: le ossa sono di Alessandro Leopardi

Condividi
Redazione
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

Nessun commento

Commenta l'articolo