Valenzano: le ossa sono di Alessandro Leopardi

0

Il test del Dna confermano le ipotesi su cui stavano indagando gli inquirenti: i resti ossei bruciati trovati nelle campagne di Valenzano (Bari) sono di Alessandro Leopardi, il corniciaio di 38 anni scomparso il primo ottobre scorso ed ex testimone di giustizia, residente a poche centinaia di metri dal luogo del ritrovamento del corpo carbonizzato.

La conferma arriva dagli accertamenti medico-legali. Intanto la Procura di Bari ha formalmente iscritto nel registro degli indagati il suocero della vittima con l’accusa di omicidio volontario, un atto dovuto per eseguire accertamenti irripetibili.

Leggi anche

http://www.pugliain.net/alessandro-leopardi-continua-mistero-scomparsa-i-resti-ritrovati-valenzano/

http://www.pugliain.net/valenzano-sopralluogo-luogo-ritrovamento-delle-ossa/

Condividi
Redazione
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

Nessun commento

Commenta l'articolo