Variazioni al bilancio 2014: via libera dal Governo nazionale

0

La notizia è che nel 2014 una sola legge regionale della Puglia è stata impugnata davanti alla Corte Costituzionale. Si tratta della legge che istituisce il fascicolo del fabbricato, che dovrà superare l’esame della Consulta. Via libera, invece, per altre 36 leggi regionali, tra cui l’importante variazione al bilancio del 2014 ed il rendiconto del 2013.

Disco verde del Consiglio dei Ministri alle variazioni al bilancio 2014 della Regione Puglia, al rendiconto 2013 e ad altre quattro leggi regionali: salgono a trentasei quelle pugliesi che hanno superato l’esame di Palazzo Chigi nel 2014.

“La ‘non impugnativa’ deliberata dal Governo nazionale su proposta del ministro per gli affari Regionali Maria Carmela Lanzetta è un attestato di capacità legislativa per il nostro Consiglio regionale”, commenta il presidente Onofrio Introna.

Percorso netto anche per “tutte” le leggi approvate nel 2013, quarantasei.

“I ‘grandi numeri’ che caratterizzano la qualità della legislazione pugliese, sono come una ragione di orgoglio per i pugliesi e se rappresentano un titolo di vanto per tutti i Consiglieri regionali, sono anche il risultato positivo della professionalità degli uffici e dei dipendenti regionali”, aggiunge Introna.

Delle trentasette leggi esaminate a Roma e approvate dall’Assemblea di via Capruzzi fino alla pausa estiva, una sola è stata oggetto di impugnativa davanti alla Corte Costituzionale, la n. 27, che istituisce il fascicolo del fabbricato, per la prevenzione del rischio delle costruzioni.

Condividi
Redazione
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

Nessun commento

Commenta l'articolo