Vieste, una rapina finisce nel sangue

0

E’ finita nel sangue una rapina compiuta nella tarda serata di ieri in una rivendita all’ingrosso di bevande a Vieste. Il figlio del titolare, Mario Nardella, di 40 anni, ha tentato di reagire ed è stato ucciso con diverse coltellate al torace. L’uomo è stato accoltellato dopo che il rapinatore gli aveva intimato di consegnargli l’incasso della serata. Soccorso prontamente, è stato trasportato in ospedale dove purtroppo è deceduto.

Il rapinatore un pregiudicato, Silvio Stramacchia, di 26 anni, è stato arrestato poco dopo dalla polizia. A bloccarlo sono stati due agenti del commissariato di Manfredonia e uno della polstrada che lo hanno visto fuggire e lo hanno inseguito.

Condividi
Redazione
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

Nessun commento

Commenta l'articolo