Vigili del Fuoco: perchè Taranto è penalizzata?

0

Il consigliere regionale di Forza Italia Giuseppe Cristella è intervenuto quest’oggi sul piano di riordino del vigili del fuoco che, a suo dire, penalizzerebbe la struttura della provincia jonica.

“Il Comando dei VV.FF. di Taranto, necessita da tempo di un potenziamento dei suoi distaccamenti in relazione alle peculiarità che presenta l’intero territorio ionico. Il Piano di Riordino governativo che dovrebbe trovare attuazione a breve, indebolisce di fatto l’intera organizzazione del Comando provinciale ionico in rapporto alle accresciute esigenze del territorio”.

“Altri Comandi di VV.FF. pugliesi – sottolinea Cristella – sono stati invece rafforzati in termini di personale e di mezzi, senza un’apparente ratio giustificatrice poiché i loro distaccamenti hanno registrato all’attivo, fatte salve le dovute comparazioni, una media di interventi di gran lunga inferiore rispetto a quelli effettuati ad esempio dai distaccamenti  di Manduria e Castellaneta. Denuncio pubblicamente tale evidente sperequazione distorsiva che è già stata oggetto di innumerevoli critiche ed osservazioni da parte di altre voci che mi hanno preceduto. Il mancato potenziamento dei detti distaccamenti ionici è semplicemente inaccettabile e ancor di più lo sarà se le già carenti strutture esistenti dovessero ulteriormente essere sottodimensionate in termini di personale e di mezzi alla luce anche della complicata condizione ambientale del territorio”.

“Un Piano di Riordino incomprensibile – conclude – condizionato oltremodo nella sua elaborazione dalle inevitabili appartenenze politiche e ben al di fuori di ogni possibile logica di attribuzione delle pur scarse risorse pubbliche disponibili per l’organizzazione nazionale del Servizio. Attiverò ogni utile iniziativa per evitare al territorio che rappresento una diminutio alla sicurezza generale dei cittadini della provincia ionica”.

Condividi
Redazione
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

Nessun commento

Commenta l'articolo