Vivi, tutte le storie delle oltre 900 vittime di mafie raccontate da Libera

0

Da oltre ventuno anni Libera cerca e raccoglie le storie delle vittime innocenti delle mafie, accompagnando i familiari nell’incontrarsi, nel riconoscersi e nel camminare insieme nel percorso di emersione dal dolore.

Grazie alle generose testimonianze dei familiari, in questi anni Libera ha raccolto un patrimonio prezioso di storie, dal valore etico, storico e sociale, inestimabile.

Non si tratta solo di storie individuali o familiari: sono le storie dei nostri territori che, riunite insieme, raccontano un pezzo di Storia del nostro Paese.

Libera ha, cos’, presentato Vivi, un archivio multimediale, aperto e accessibile a tutti, dove sono raccolte tutte le storie delle vittime innocenti delle mafie, un album collettivo in cui ritrovare la memoria dei propri territori.

“Ascoltare e conoscere queste storie- commenta Daniela Marcone, vicepresidente Libera e responsabile Libera memoria- sostenere i familiari nel percorso di trasformazione del dolore in impegno, chiedere verità e giustizia per tutte le vittime innocenti è stata la responsabilità che Libera si è assunta sin dalla sua nascita. Affinché questi percorsi siano sempre più condivisi e la memoria delle vittime innocenti diventi sempre più memoria collettiva, viva e responsabile, è fondamentale che il patrimonio di storie delle vittime sia riunito insieme, valorizzato e reso accessibile a tutti”.

L’archivio si compone di diverse sezioni, ciascuno strettamente legata all’altra. La navigazione prende avvio dall’elenco dei nomi da non dimenticare, perché è dall’idea di un elenco completo delle vittime innocenti delle mafie, su cui lavorare quotidianamente che è nato l’impegno di Libera nella memoria. Ad ogni nome, una storia,una biografia con consultabile in ordine cronologico o alfabetico.Le altre sezioni del sito contengo dati, mappe e informazioni: La mappa dell’impegno, una cartina dell’Italia dove poter conoscere presidi di Libera, cooperative, beni confiscati e tutti i luoghi dedicati alla memoria di una delle vittime innocenti; I numeri della memoria, infografiche e grafici, modificabili dall’utente stesso a seconda dei criteri di ricerca desiderati, utili per una visione d’insieme; il 21 marzo, una rassegna con tutte le edizioni della Giornata della memoria e dell’impegno a partire dal 1996, corredata dai manifesti e dalle foto delle manifestazioni.

Condividi
Redazione
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

Nessun commento

Commenta l'articolo