Volley, ​Sora all’ultimo respiro sbanca Bari;​ alla ​ Bcc resta solo un punto​!

0

Facendo nostre le parole di Mattia Rosso al termine del match possiamo effettivamente affermare che probabilmente l’anticipo delle Undecima di Superlega non poteva avere epilogo diverso.

Nel combattutissimo match fra le due cenerentole della classifica a spuntarla è stata la squadra ospite che ha saputo capitalizzare al massimo i momenti clou della partita aiutata nondimeno dalle indecisioni della squadra pugliese che più volte avrebbe potuto sovvertire il trend di una gara che la punisce anche oltre i propri demeriti.

L​a Biosì Sora strappa al Palaflorio la prima vittoria in campionato pur restando ultima in classifica a due punti proprio dalla Bcc Castellana Grotte, apparsa ancora troppo insicura e timorosa di se stessa ed ancora vittima della sensazione di aver lasciato punti per strada.

Partita in definitiva equilibrata con le difese meglio degli attacchi con Sora che trova però in Petkovic (MVP) una miniera (32 punti di cui 11 punti solo nel primo set)​; l’opposto serbo tiene a galla i suoi nel momento forse clou del match quando con un set pari sul tabellone i padroni di casa si sono visti recuperare un vantaggio di 5 punti proprio grazie all’efficacia del principale termonale d’attacco sorano con lo svedese Nielsen (20)​ che ben lo ha coadiuvato nel prosieguo di match.

Castellana nonostante l’ottima prova ​complessiva a muro (15)  trascinati da capitan De Togni (16 punti con 5 ​block), ​e dai buoni rendimenti di Costa (14) oltre che del solito Cavaccini, onnipresente in seconda linea, paga quelle amnesie​, ​soprattutto in attacco​, ​che anche stasera fanno recriminare​.​

Ancora troppo altalenante il rendimento dei pugliesi che avrebbero potuto chiudere il match prima del quinto set ed anche nel tiebreak stesso con ancora una volta un paio di incertezze arbitrali ​(una sul contrattacco set ball del terzo set e l’ultima nei punti finali del tiebreak) che potevano avere diverso destino.

​LA PARTITA

Coach Lorizio sceglie Cazzaniga opposto a Paris, con De Togni e Costa centrali, Canuto e Moreira in banda e Cavaccini libero.

​Il sei+uno di Sora vede Rosso e Nielsen martelli, Caneschi e Mattei in posto tre, Petkovic in diagonale con Seganov e Santucci settimo uomo.

Si percepisce subito che sarà una gara combattuta perchè già dal primo set i capovolgimenti di fronte ne rappresentano il leit motiv. Castellana parte subito col break  conquistato con due muri consecutivi , 3-1; tiene il vantaggio Castellana con buon ordine in difesa ma Seganov si affida al proprio opposto Petkovic che, efficace pure  in battuta riapre le sorti del set, 7-8, costringendo al timeout Lorizio; Paris ricambia il favore dalla battuta , 13-10, ed è Sora stavolta a fermare il gioco per 30 secondi. E’ Petkovic a tenere a galla Sora , il gioco di attacco ospite verte quasi esclusivamente sull’opposto serbo che non disattende le aspettative dei suoi compagni.

Il set procede a strappi, la Bcc lascia cadere un pallone innocuo sulla linea per il break sorano; Canuto reimpatta il set e la doppia di Santucci regala il nuovo vantaggio ai padroni di casa; Canuto resta in battuta e la Bcc vola sul 23-19 e poi sul 24-20 con Moreira che chiude un set che toglie qualche scoria ai pugliesi, 25-21.

Parte in sordina il secondo set della New Mater con Sora che scappa anche grazie a Rosso che punge in battuta, 9-13; con pazienza la Bcc prova a rientrare e si riporta due volte a -1 ma il solito Petkovic respinge l’assalto, 17-19.  Fey per Rosso si rivela un cambio azzeccato per gli ospiti perchè il neo entrato trova l’ace del nuovo break , 19-22; Costa ed il muro di Canuto accorciano, 21-22 ma gli ospiti non mollano aiutati anche dalla indecisione in attacco dei padroni di casa, 22-25.

La Bcc rientra più solida in campo spingendo appena sull’ìaceleratore si porta avanti sin dalle prime battute conservando un bel margine, 13-9; De Togni è il collante della squadra con un ottima prestazione sia in attacco che in battuta con l’ace del 14-10. Nielsen sempre dai 9 metri riavvicina gli ospiti e Lorizio chiama timeout, 16-14; al rientro in campo Moreira spreca malamente un attacco e si prende il successivo ace dello stesso Nielsen; tornano le paure in casa Bcc, l’errore di Cazzaniga ed un altro ace di Nielesen, mandano avanti insperatamente Sora, 16-17. Entrano prima Rossatti per Moreira e poi Ferraro per Costa in un set che si trascina non senza tensione sino al 24 pari. Paris decide di chiudere in autonomia il punto 25 , l’arbitro fischia una doppia a De Togni sul contrattacco del potenziale 27-25,  mandando su tutte le furie la formazione di casa  che pagherà carissima la decisione arbitrale perchè Sora chiude a muro dopo un altro spreco dell’attacco dei padroni di casa, 26-28.

Con un altro colpo così la squadra di casa potrebbe crollare invece  l’esperienza di De Togni e Paris e le superbe difese di Cavaccini, la New Mater domina il quarto set e porta la gara ad un inevitabile tiebreak.

Parte bene la Bcc sempre con De Togni a muro, 3-1 poi Petkovic riporta i suoi sul pezzo e si cambia campo con Sora avanti, 7-8; Sora prende un break e lo mantiene sino al 12-13 quando il muro di Costa ferma Petkovic , 13-13. Il finale è acceso con le due squadre che non mollano una palla; nelle ultime battute arriva un altro fischio arbitrale da capire su un contrasto a rete che penalizza (di nuovo) i padroni di casa. Moreira sbaglia il contrattacco che regala la prima vittoria in campionato ai laziali, 17-19.

Mercoledì New Mater di nuovo in campo al Palaflorio per il recupero della terza giornata contro Verona.

LE DICHIARAZIONI

Giorgio De Togni (Castellana Grotte) “Aspettavamo questa partita per sbloccare la nostra serie negativa che da Vibo ci è salita addosso e che probabilm​e​nte ci stiamo portando ancora dietro. Abbiamo fatto passi avanti ma dobbiamo ancora guarire del tutto. Abbiamo alternato set di alto livello sia in cambio palla che in contrattacco ad altri in cui non riusciamo ad esprimerci. Ci vuole più continuità ed anche più fortuna; la decisione arbitrale nel finale ci ha lasciato parecchio perplessi. Non dobbiamo mollare e guardiamo avanti . Mercoledì c’è un altra partita da giocare e possibilmente da vincere”.

Mattia Rosso (Sora) “Secondo la mia esperienza il tiebreak era molto proba​b​ile in questa partita; l’opzione è che una delle due sbagliasse completamente gara  e sarebbe potuta finire 3-0 per l’una o per l’altra. Sono due squadre di buon livello con cali di rendimento durante il match. Nel quinto set la differenza sono stati un paio di palloni. E’ una vittoria che ci da morale dopo tanto lavoro in palestra e tante sconfitte”.

f​oto Consaga : attacco di Petkovic (Sora)​

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.