Il bello del volley: che gara in B2 tra Divella Mesagne e PVG Bari

0

Quello che si dice un derby. La sfida tra Pharma Volley Giuliani Bari e Divella Mesagne sul parquet del palazzetto della cittadina brindisina ha regalato un  grande pomeriggio di volley ai tifosi di entrambe le squadre in lotta per la vetta del girone H di B2 femminile. A spuntarla è stata la squadra di casa, dopo oltre 120 minuti di gara: la capolista resta capolista, ma ha dovuto rimontare due set di svantaggio con enorme fatica per vincere 3-2 il primo derby pugliese del gruppo.

Due squadre forti, orgogliose, ben allenate che non hanno risparmiato energie davanti ad un tifo incessante, anche grazie ai tanti supporter Pvg venuti da Bari. Le ragazze di Marcello Sarcinella, nonostante il primo stop stagionale, restano seconde in classifica a 9 punti, Sant’Elia e Lp Pharm Napoli vanno a fare loro compagnia, Mesagne allunga sul terzetto a +2 (11 punti).

 – La partita –

Coach Giunta conferma il consueto 6+1 con Abbracciavento in regia, opposto Labate, in banda Culiani e Cristofaro, centrali Iacca e Mazzotta, libero Zurlo; Pvg risponde con la diagonale AlfieriCariello, laterali Marasco e Peretto, al centro Labianca e Piemontese, libero Minervini.

Si intuisce da subito che ci sarà da divertirsi. Grandi difese, equilibrio assoluto in campo. Cariello e Peretto cercano di trovare i punti per spuntarla. Ma le attaccanti avversarie non vogliono essere da meno, rispondendo colpo su colpo.  E’ necessario arrivare a fine set (24-24) per trovare i primi errori della squadra di casa che lasciano il parziale nelle mani delle baresi: 25-27.

Dopo un buon inizio mesagnese (3-0), è la Pvg a prendere un buon vantaggio, +5 (5-10) esprimendo l’ottima pallavolo già vista nel match contro Teatina. Attacco da seconda linea di Cariello per il 9-15. Buon turno al servizio di Labianca che porta la seconda frazione sul 13-18. La disputa è senza esclusione di colpi anche  sottorete: non a caso Labianca è top scorer Pvg con 22 punti, seguita da Cariello con 20 e dall’altra centrale Piemontese e da Peretto con 15. Marasco e Peretto allungano il gap fino ad un corposo 15-22. Mesagne, nonostante la prova convincente di Culiani (31 i suoi punti), non riesce a rientrare in partita. Peretto salva con un piede, a seguire servizio vincente di Labianca che sancisce il 17-25.

Il terzo set è come sempre decisivo per le sorti del match. Pvg vuole chiudere la contesa, Mesagne non vuole deludere il suo caldissimo pubblico. L’equilibrio regge fino al 10-10. E sembrano Minervini e compagne a tentare la fuga ancora una volta (10-13). Time out per Giunta che blocca il tentativo ospite. Ancora parità 16-16. Alcuni errori delle avanti baresi e soprattutto qualche decisione infelice del duo arbitrale ridanno fiato a Mesagne (17-16). Pvg non ci sta e rientra ancora con prepotenza in gara, sfruttando le imprecisioni brindisine: 17-19. Mesagne stringe i denti e con un muro mette a terra il 23-21. Non basta il time-out a frenare l’inerzia del set che va a vantaggio del Mesagne. Finale: 25-21.

Il quarto set si gioca in una bolgia. Sospinta dal suo pubblico Mesagne ha acquisito maggior convinzione in attacco. Il sestetto di casa tenta la fuga in avanti (16-13). Cambio di diagonale per Sarcinella che inserisce Romanazzi e Panza. Pvg tiene d’orgoglio e sorpassa: 18-20. E’ il momento cruciale della partita. Culiani tiene in piedi le speranze casalinghe. Il time-out sul 22-23 fa bene a Cristofaro e compagne che rimontano e riportano il set in parità (25-25). Una svista arbitrale regala il punto decisivo replicando il risultato del primo set a parti invertite: 27-25.

Tie-break tiratissimo e combattuto come il resto della partita. Mesagne arriva in vantaggio al cambio campo: 8-6. Pvg non molla mai: piazza un break che stroncherebbe qualunque avversario: 10-13. Sembra fatta per la Pharma Giuliani, ma il vantaggio non è sufficiente. Due muri di Iacca e Culiani fanno impazzire il palazzetto. Riprende vita Mesagne segnando un contro-break di 6-1 che ribalta le sorti del mini-set, regalando un’insperata vittoria alla squadra di casa (16-14).

Le parole di coach Sarcinella a fine gara: “Ringrazio e sono orgogliosissimo delle mie ragazze che hanno dato il massimo ed hanno sfiorato una vittoria su un campo difficile davanti ad un pubblico incredibile.  Faccio i complimenti al pubblico di Mesagne, perché è bellissimo andare a giocare in un palazzetto pieno e con un clima del genere. Ringrazio lo staff perché mi aiuta a tirare fuori dalle ragazze il loro meglio e la società per il supporto costante, che ci  permette di lavorare al meglio; se non si lavora bene in settimana, non si può arrivare a giocarsi queste partite con due atlete in non perfette condizioni. Siamo solo all’inizio e se continueremo così potremo toglierci grosse soddisfazioni. Grazie ai nostri tifosi accorsi da Bari che ci fanno sentire sempre il loro indispensabile calore. Complimenti al Mesagne perché ci ha creduto sempre, meritando questa vittoria e al loro allenatore perché ha fatto le scelte giuste”.

Complimenti al Mesagne anche dal presidente Pierluigi Patruno  per “non aver mai mollato e per aver regalato una prestazione memorabile in una cornice di pubblico splendida. Gioie e dolori di uno sport appassionante come il volley: abbiamo ancora tanta strada da fare per trovare l’amalgama perfetta, ma complimenti alle mie ragazze.

Il rammarico personale più grande resta per un arbitraggio, scevro da input esterni, ma che si è rivelato non all’altezza di un match così importante. Alla fine ha vinto la squadra migliore, ma l’andamento della gara dal secondo set in poi è stato senza dubbio condizionato, in un contesto in cui la calma ed i nervi saldi dovrebbero averli per primi i designati. Ho grande fiducia nella federazione nazionale e spero che la competenza della coppia arbitrale sia in futuro sempre all’altezza e direttamente proporzionale alla difficoltà degli incontri”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.