Volley, Bcc Castellana, un set a Trento per proseguire il percorso di crescita

0

Dura un set la resistenza castellanese al cospetto dei vice campioni d’Italia di Trento che dopo aver sofferto per quasi due set trovano il bandolo della matassa prendendo di autorità il comando del gioco e guadagnandosi tre punti meritati.

Due squadre ancora alla ricerca dei miglior meccanismi di gioco, pur con evidenti divari tecnici e diversi obiettivi stagionali, che si sono comunque affrontate a viso aperto e senza timore reverenziale da parte pugliese. La differenza l’hanno fatta gli attaccanti trentini , Hoag (20 punti), Lanza (17)  e Vettori (16) ben innescati da Giannelli a sua volta agevolato dalla buona ricezione dei compagni.

Per la Bcc non è bastato un buon Moreira (15) per sollevare le percentuali di attacco per il sei+uno castellanese che nel corso del match ha sofferto e parecchio anche in ricezione.

LA PARTITA

Nessuna nuova per il 6+1 castellanese con Lorizio che schiera i titioalri vincenti con Latina mentre Lorenzetti in casa Trento deve fare a meno di Kovacevic , come annunciato, e schiera il canadese Hoag al suo posto.

De Togni mette a terra il primo pallone, con Lanza che riprende subito la battuta; nelle prime fasi di giuoco in cui le due sfidanti tengono il proprio cambio palla si fa notare Tzioumakas sia in battuta (ace per lui) che in attacco , chiamato dal proprio regista Paris. Sul muro trentino che vale il 17-15 Lorizio ci vuole parlare su e chiama tempo con la squadra che però regge bene all’impatto del match. Bastano pochi scambi ed è Lorenzetti a richiamare i suoi dopo che Tzioumakas ferma Hoag a muro, 19-20. Succede di tutto nel finale di set con la BCC che sfrutta le occasioni giuste e due errori trentini per aggiudicarsi il parziale, 23-25.

Si ricomincia con Hoag che mette a segno il primo ace per i suoi, 3-1, preludio di un break importante per i vice campioni d’Italia che provano a trovare ritmo in attacco con Lanza, 7-3.  Goiannelli e soci tengono il vantaggio grazie ad una buona ricezione che permette al palleggiatore azzurro di sfruttare al meglio i propri attaccanti. I pugliesi non si disuniscono e con l’ace di Moreira si portano a -2 (17-15) costringendo Lorenzetti a fermare il gioco.

Lo scambio più intenso della gara viene chiuso da Vettori con un diagonale stretto che riporta Trento a distanza di sicurezza, 19-15.  La New Mater non molla e prova a riaprire il set grazie ad un paio di difese ed a Moreira che spinge in attacco, 23-22, ma qui la maggiore classe dei padroni di casa viene fuori e consente di chiudere gli ultimi palloni, 25-22.

Prova a tenere Castellana Grotte in avvio di terzo set con Trento che , con ritrovata serenità, comincia a macinare gioco grazie ad una ricezione molto buona che mette Giannelli in condizione si smarcare i compagni. Poca l’efficacia del servizio castellanese che sarebbe invece fondamentale per mettere un po’ in difficoltà gli avversari.

Trento in questa fase di match alza il livello di gioco con Hoag e Lanza efficaci in attacco ma soprattutto in battuta con l’azzurro, 17-11. Lorizio prova a cambiare qualcosa inserendo CAzzaniga e Garnica per Paris e Tzioumakas, Trento spinge ma la Bcc non affonda tenendo sempre alta la concentrazione avversaria. Una palla di Canuto rifiutata dal video check regala il set ball alla Diatec che chiude un set dominato in battuta, 25-19.

Il ritmo di Trento dai nove metri è la chiave per i padroni di casa mettono in luce tutto il talento  dei giovani campioni di Lorenzetti , destinati solo a crescere in questo campionato. Le bordate in battuta affievoliscono le difese pugliesi che fanno fatica a costruire un gioco fluido.

In un set condotto con autorità da Trento da annotare, in casa New Mater,  esordio e primo punto in Superlega di Mario Ferraro entrato per Costa. Finisce 25-16 il set che chiude la gara a favore Diatec con la BCC che ancora una volta non ha sfigurato di fronte ad una formazione di caratura superiore.

Fra quattro giorni si torna al Palaflorio per la sfida con Vibo Valentia , un match decisamente più alla portata per gli uomini di Lorizio pronti a risollevare l’entusiasmo del pubblico barese.

LE DICHIARAZIONI

Filippo Lanza (Diatec Trentino): “Nel primo set abbiamo faticato ad esprimere il nostro gioco, forse un po’ frenati dalla tensione derivante dagli ultimi alterni risultati, poi in seguito siamo stati bravi a scioglierci e a giocare sempre meglio. Sappiamo di poter giocare decisamente ma oggi ci godiamo il successo e i tre punti, che ci teniamo ben stretti”.

Giorgio De Togni(BCC Castellana Grotte): “Conosciamo bene i valori in campo e sappiamo che Trento è superiore a noi; per due set siamo riusciti a contrastarla poi sono emersi in maniera più chiara. Dobbiamo lavorare tanto ma nel frattempo ci teniamo comunque quanto di buono abbiamo saputo fare stasera”.

Commenta l'articolo

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.