Volley, la rimonta è d’autore; la New Mater impatta la serie di finale playoff

0

Alla presenza in tribuna di Marco Falaschi ex palleggiatore di Spoleto ma soprattutto di Castellana Grotte, la Bcc compie un altro miracolo stagionale rivoltando come un calzino un match quasi perduto, annullando il match point a Spoleto e riuscendo in quella rimonta che non si era concretizzata domenica scorsa in Gara1.

Alla partenza sprint degli umbri nei primi due set si è contrapposta una certa difficoltà dei pugliesi nel trovare il giusto approccio alla partita; diversi anche gli errori evitabili nella prima parte di gara con Spoleto come di consueto spietata nell’approfittarne. Nel finale di terzo set probabilmente la chiave di volta del match. Aver perso l’opportunità di chiudere la partita, Spoleto è calata mentre la New Mater è cresciuta in maniera proporzionale al suo opposto, Roberto Cazzaniga che, partito non benissimo è salito di rendimento durante il match facendo salire di conseguenza il rendimento di tutta la squadra che ha sbagliato molto meno ma soprattutto ha indirizzato la partita verso i propri canoni di gioco tenendo a bada un avversario che ha provato a cambiare i propri effettivi in campo ma senza costrutto.

LA PARTITA

Il primo punto della gara è di Ferraro per la Bcc, ma gli umbri trovano subito il break sulla battuta di Monopoli e due errori pugliesi, 5-2; Moreira recupera, 6-4, ma non è l’attacco il problema degli ospiti.

Il Palarota spinge i padroni di casa che aumentano il vantaggio, 10-6. Fa fatica a trovare la giusta continuità Castellana e Spoleto tiene agevolmente il vantaggio fidandosi sempre della propria battuta che trova ottimi risultati.. Lorizio brucia il suo secondo time out , 18-12, provando a spronare i suoi.  Monopoli trova sempre pronte le sue bande, Bertoli e Mariano,  che non tradiscono; soprattutto il primo che  resta il più efficace anche dalla battuta. E’ lui infatti a  chiudere il parziale proprio col vincente dai nove metri 25-20.

Il secondo parziale inizia con lo show di Cavaccini in difesa che per ben tre volte tira su gli attacchi avversari e consente a Canuto il punto spettacolare, 1-2.  Morelli appare un pò falloso fra gli umbri e la New Mater ruba un break, 1-3.  Bertoli è indemoniato dal servizio e trova l’ace del 5-4.

La Bcc si ritrova al timeout dopo il muro su Cazzaniga, 8-6; troppo spesso riceve palla in mano Monopoli e l’attacco di casa va a mille, 11-8.

Provvedi chiama tempo dopo due punti in fila dei pugliesi ma con margine di vantaggio per i suoi, 15-12; il contrattacco di Presta e Moreira a rete  limano il distacco, 16-15. La Bcc resta in corsa con Moreira che agguanta il pari col suo marchio di fabbrica, la pipe, con Provvedi che esaurisce i timeout, 20-20.  Si scalda il match e arrivano anche i primi cambi;Festi (in per Bargi fra gli umbri) fa malissimo con la battuta float con  la ricezione Bcc che paga con tre punti consecutivi gli errori e l’amara sconfitta anche nel secondo set , 25-22.

I numeri a tabellino sono impietosi con la Bcc sotto due set a zero pur attaccando con migliori percentuali.

Spoleto ritorna in campo con Segoni opposto per Morelli e il libero Marta per Romiti e Festi confermato per Bargi. Due punti  di Cazzaniga portano in vantaggio la Bcc che ci resta sino al turno di servizio di Bertoli che come al solito fa male e pareggia, 13-13.

SI prosegue punto a punto con la Bcc che sale di rendimento anche in battuta; sul contrattacco di Moreira del 19-20 arriva puntuale il timeout di Spoleto.  I pugliesi ora ribattono colpo su colpo anche se arrivano ben due match ball per i padroni di casa. Ad annullarli entrambi è Cazzaniga che adesso è ben presente in partita dopo un inizio difficoltoso; è lo stesso opposto castellanese che propizia con la sua proverbiale battuta,  il contro match point  a favore della New Mater finalizzato al primo tentativo dal sempre positivo Moreira (19 punti alla fine col 53%).

Riparte rinvigorita la New Mater nel quarto parziale con la Monini che subisce il contraccolpo. I pugliesi adesso sbagliano poco o nulla ma soprattutto la squadra cresce in attenzione ed efficacia. Garnica può appoggiarsi ora a tutti i propri attaccanti , anche Presta e Ferraro al centro  vincono il confronto con gli omologhi avversari. La squadra dietro si affida a Canuto e Cavaccini che rinvigoriscono i palloni toccati a muro; Provvedi fa girandola di cambi ; Segoni partito bene si spegne e rientra Morelli. La New Mater scappa , 8-13, Spoleto prova a rientrare ma stavolta le manca lo spunto decisivo che invece gioca dall’altra parte del campo. Entra anche Joventino negli oleari ma l’abbrivio è tutta dalla parte pugliese ed il tiebreak è inevitabile, 21-25.

Cazzaniga (24 punti finali con 4 ace)  mette subito le cose in chiaro nel set decisivo e la squadra lo segue; si cambia campo sull ‘4-8, Moreira sigla quota 10 e Presta trova l’ace del punto 14. Chiude Moreira, 10-15, e la New Mater riporta in parità la serie e ribadisce l’equilibrio di una Finale che vedrà il suo terzo episodio fra meno di 72 ore al Palagrotte .

Le dichiarazioni

Pino Lorizio (Castellana Grotte) “E’ stata una gara molto tattica ci rincorrevamo sulle rotazioni per migliorare il muro sui rispettivi attaccanti. Certo dal terzo set abbiamo giocato più sciolti , siamo stati più disciplinati dal punto di vista tattico ma anche abbiamo battuto meglio. Fondamentale averci creduto sempre. La serie resta apertissima e adesso dobbiamo essere bravi a sfruttare il fattore campo.”

IL TABELLINO

Monini Spoleto vs BCC Castellana Grotte  2-3

(25-20, 25-22, 25-27, 21-25, 10-15)

Monini Spoleto: Monopoli 3, Bertoli 21, Bargi 5, Morelli 12, Mariano 19, Zamagni 6, Romiti (L), Marta (L), Joventino Venceslau 1, Segoni 11, Vanini 0, Garofalo 0, Festi 3. N.E. Iaccarino  All. Provvedi. Battute vincenti/errate: 7/12,; Muri 7; Ricezioni positive/perfette (%): 54/41; Attacco: 47%; Errori 20.

BCC Castellana Grotte: Garnica 2, Moreira 19, Ferraro 7, Cazzaniga 24, Canuto 12, Presta 13, Pace (L), Cavaccini (L), De Santis 0. N.E. Quarta, Scio, Barbone, Astarita, Parisi. All. Lorizio. Battute vincenti/errate: 6/17; Muri 10; Ricezioni positive/perfette (%): 52/34; Attacco: 53%; Errori: 18.

ARBITRI: Piperata, Cerra. NOTE – durata set: 27′, 34′, 31′, 30′, 22′; tot: 144′..

Nessun commento

Commenta l'articolo