Monini Spoleto – Gioiella Gioia del Colle: ma che spettacolo questa serie A2!

0

Da applausi. Se quello che stiamo vedendo in queste prime giornate è sintomatico, allora ci sarà davvero da divertirsi in questo campionato di serie A2 UnipolSai di pallavolo maschile.

È stato un autentico spettacolo il duello tra Monini Marconi Volley e Gioiella Micromilk G.d.C. sul taraflex del PalaRota di Spoleto. Trascinati dall’Mvp Lucas Van Berkel (18 punti realizzati), i padroni di casa hanno strappato la vittoria al termine di un’emozionante gara terminata al tie-break (18-25, 25-15, 26-24, 23-25, 15-13), in cui i ragazzi del mister Mastrangelo si sono distinti per l’ottima pallavolo espressa e per l’incredibile combattività avuta sino alla fine del quinto set.

Un’altra prova di maturità superata dalla truppa biancorossa che, nonostante la sconfitta, ha dimostrato, ancora una volta, di potersela giocare con tutti, anche al cospetto di un’autentica corazzata come Spoleto.

Sulla via del ritorno per Gioia del Colle, con la fiducia legata alla buonissima prestazione e al punto prezioso conquistato su un campo ostico, si comincia a pensare alla sfida infrasettimanale di mercoledì 11, al PalaCapurso, contro la Caloni Agnelli Bergamo (2°, a pari punti con Spoleto e a +1 sul Real).

La cronaca del match

Prima del fischio di inizio, arrivano le formazioni ufficiali del match. Coach Provvedi schiera Corvetta in cabina di regia, Giannotti opposto, Galliani e Bertoli in posto 4, Zamagni e Van Berkel centrali e, infine, Bari libero.

Dall’altra parte della rete, mister Mastrangelo conferma il sestetto delle recenti uscite con Marchiani palleggiatore, Cetrullo in posto 2, Del Vecchio e Grassano di banda, Erati e Scopelliti al centro e Casulli a presidio del pacchetto arretrato.

Pronti via, è subito spettacolo al PalaRota di Spoleto. La Gioiella Micromilk parte forte, mura e difende alla grande e, trascinata da duo Grassano-Erati, vola sul momentaneo 5-8. Gli automatismi gioiesi funzionano alla perfezione, Marchiani e Cetrullo giocano a memoria e il tabellone del palasport umbro immortala il punteggio di 10-15 (muro mostruoso di Erati su Bertoli). I padroni di casa faticano ad entrare in partita (errore al servizio di Bertoli e attacco out di Zamagni in primo tempo) e cedono dinanzi allo show personale di Del Vecchio (diagonale vincente da posto 4 e muro sul neo entrato Segoni,11-19). Nonostante la timida reazione spoletina guidata dal centrale Van Berkel (16-22), la truppa biancorossa non arresta la sua corsa e si aggiudica il primo set (18-25, errore in battuta di Agostini).

Al ritorno in campo, la reazione della Monini non si fa attendere e va subito in scena con la diagonale Corvetta-Giannotti in grande spolvero (6-2). Attraverso un servizio davvero incisivo, i ragazzi del mister Provvedi riescono a mandare in tilt l’intera organizzazione di gioco biancorossa apprezzata nel primo game (17-11), costringendo il tecnico Mastrangelo a correre ai ripari con Joventino e Link al posto di Grassano e Cetrullo. Spoleto non perdona nulla a Gioia e viaggia a vele spiegate verso la vittoria del secondo parziale (muro su Link, 23-13), materializzatasi dopo un ace vincente di Galliani (25-15).

Un crescendo di emozioni

Nel terzo set, entrambe le compagini si affrontano a viso aperto e senza esclusioni di colpi. A guadagnarne è sicuramente lo spettacolo (7-7). Dopo la momentanea situazione di equilibrio, la Gioiella Micromilk da la scossa al game, abbassando la saracinesca a muro per ben tre volte, prima su Bertoli e dopo su Giannotti (7-10, due le chiusure di Erati e una di Del Vecchio). Con i propri centrali Van Berkel e Zamagni, i padroni di casa si rifanno sotto(14-15) e riducono ad una sola lunghezza il gap di svantaggio da Cetrullo e compagni. La parte finale del set è un incredibile susseguirsi di emozioni, con Spoleto che cerca di scappare via (22-20) e Gioia che non molla la presa (22-22). La cannonata di Cetrullo porta la contesa ai vantaggi (24-24). L’epilogo del parziale arriva grazie all’exploit di Mariano che, imprendibile da posto 4 e scatenato al servizio, chiude i conti (26-24) in favore dei gialloblu. La Monini passa in vantaggio nel computo set: 2-1.

Con la rabbia per il game perso al fotofinish, nel quarto atto del match la Gioiella Micromilk G.d.C. si porta immediatamente al comando delle operazioni (3-7, ace di Del Vecchio su Bari). Capitan Corvetta e soci non si scompongono e restano sulle tracce dei biancorossi grazie ad una pipe vincente di Bertoli (10-11). Il nuovo break Real è siglato da Erati che, vincente al servizio, timbra il momentaneo 10-13. Non ci si può distrarre di un solo secondo, la palla viaggia a mille all’ora ed ogni azione è combattuta sino alla fine (15-16, muro di Scopelliti su Giannotti). Ancora una volta, la battaglia si anima attraverso un avvincente punto a punto (18-18), interrotto dal trio Del Vecchio-Marchiani-Grassano, letali in attacco, a muro e in battuta (18-21, ace di Grassano). Si va avanti, a Scopelliti (21-23) risponde il solito Giannotti (22-23). Gioia non molla più un centimetro, Grassano gioca d’astuzia sulle mani del muro gialloblu e regala un meritatissimo quinto set ai tanti tifosi accorsi da Gioia del Colle (23-25).

Il tie break

Nel quinto set è subito bagarre, con la Monini che cerca lo strappo (5-3, fortunoso ace di Mariano) e lo trova dopo il giro di campo (12-6, due aces di Galliani e muro di Van Berkel su Grassano). La partita non finisce qui. Gioia torna ad erigere il suo muro e il distacco si riduce a due punti (12-10, muro di Erati). Si continua a lottare sul rettangolo di gioco (14-13) ma, alla fine, è il cinismo di Zamagni a fare la differenza per gli spoletini (15-13). Cala il sipario su un confronto bello, avvincente ed emozionante, da cui il Real esce a testa alta, con onore e fra gli applausi dei tanti tifosi, umbri e pugliesi, che hanno passato una grande domenica di sport e spettacolo.

Commenta l'articolo

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.