Volley, New Mater Castellana eroica, rimonta nel tiebreak a Bergamo; Gara5 conquistata

0

Sembrava quasi impossibile, dopo le prime due gare della seminifinale playoff tra Bergamo e Castellana. Due a zero per i lombardi e possibilità di chiudere la serie. Eppure adesso, dopo una rimonta che, soprattutto in gara4 ha dell’incredibile e la dice lunga su quanto può essere bella ed appassionante la pallavolo, la serie è sulla parità e domani pomeriggio, a Castellana, si giocherà l’ultima sfida della stagione per una delle due squadre.

Ed è un peccato perchè entrambe meriterebbero qualcosa di più.

Dopo due ore ed un quarto di gioco e davanti a quasi duemila spettatori la Bcc espugna il palasport di Bergamo al termine di un match appassionante che ha tenuto col fiato sospeso non solo i presenti al Palasport ma anche le centinaia di tifosi pugliesi attaccati a tablet e pc per seguire il match. Alla fine esplode la gioia castellanese per una impresa che però dovrà concretizzarsi martedì prossimo quando sarà nuovamente l’Olimpia a rendere visita al Palagrotte per un finale di serie degno dei canali Fox.

Partenza migliore per la Bcc che risponde palla su palla agli avversari e chiude il primo set negli ultimi scambi; Bergamo reagisce forte e con il pezzo forte del repertorio, la battuta, ribalta la situazione e si porta avanti due set ad uno. Ad un passo dal tonfo la fortmazione castellanese si ritrova, domina il quarto set , va sotto nel quinto ma reagisce da grande squadra andando a vincere ai vantaggi.

Protagonisti del match i due martelli Moreira da una parte e Cavuto dall’altra, in una partita in cui gli opposti sono stati meno efficaci delle sfide precedenti. Attacco, muro e difesa le armi con le quali i pugliesi hanno domato gli avversari i quali hanno avuto il solito rendimento monstre in battuta.

LA PARTITA

Squadre che si conoscono a memoria e che scendono in campo con le formazioni previste. Tutti in piedi per l’omaggio allo sfortunato Michele Scarponi prima dell’avvio di gara.

Prime battute in cui si tiene il cambio palla. Con il primo muro della gara arriva il primo break a favore della New Mater, 6-8, con Ferraro che ferma Pierotti. Un altro muro , questa volta di Bergamo rimette in pari la situazione, 10-10.  Hoogendoorn trova il primo ace e Bergamo va 14-12 con time out castellanese; Cavuto sbaglia in attacco e Castellana si affaccia al corridoio finale del set col naso avanti, 19-20. Moreira già super protagonista in attacco (100%), si erge a muro per fermare Hoogendoorn e portare il vantaggio sul 21-23. Arriva anche il muro di Garnica su Cavuto che regala 3 set ball agli ospiti ; i padroni di casa ne annullano due ma finisce 23-25.

Ferraro e Garnica aprono le danze nel secondo set, 0-2; i pugliesi sprecano un paio di contro rigiocate e l’Olimpia trova il pari, 4-4. Ancora errori in casa Bcc con i quali i padroni di casa vanno al doppio vantaggio, 8-6. Con muro e difesa che funzionano Castellana spreca in contrattacco ma con pazienza e con la difesa Cavaccini e Moreira confezionano la parità dopo essere stati sotto di tre, 15-15 , con Canuto che  pizzica la  linea dalla battuta che riporta in vantaggio gli ospiti, 15-16. Le squadre si sfidano sul filo del rasoio; Bergamo trova lo spunto con la battuta di Jovanovic, 22-19, la Bcc prova a rientrare, 23-22, ma Hoogendoorn trova il punto decisivo che porta le squadre in perfetto equilibrio, 25-23.

Comincia male il terzo set per la Bcc che somma ai 5 errori gratuiti in attacco del secondo set altri tre nei primi scambi di parziale che lanciano Bergamo 8-2; Cazzaniga però ritrova confidenza in battuta e la Bcc ritrova fiducia e punti, 9-10. Le fasi centrali vedono di nuovo grande equilibrio, sono gli errori a fare la differenza, la ricezione castellanese si fa pizzicare dalla battuta di Marsili che rimanda avanti i suoi 16-12, poi Moreira in attacco sostiene i pugliesi e si arriva sul pari 20. Bergamo spinge meglio in battuta e Castellana non incide in attacco soprattutto dal centro, arriva così il 25-21 firmato Hoogendoorn.

Reagisce in avvio di quarto parziale la Bcc , 1-4; in un match che vive di strappi tocca ora ai pugliesi tentare il tutto per tutto. Ora è Bergamo a sbagliare in attacco od a sbattere sul muro/difesa castellanese , con Moreira che passa in attacco, 7-12. Lo stesso brasiliano numero 12 trova l’ace, 8-14. Anche Canuto trova più continuità in attacco e questa è una buona notizia per i pugliesi, 11-18 con Graziosi costretto a chiamare timeout . Non c’è storia in questo set con Bergamo che non trova il bandolo della matassa e la Bcc che toglie la parola errore dal tabellino; l’attacco di Presta , 20-25, porta le formazioni ad un probabilmente inevitabile quinto set.

L’epilogo è da portatori sani di pacemaker con la summa dei capovolgimenti di fronte racchiusi in 15 minuti; protagonisti del quinto set sono probabilmente i migliori della estenuante ed emozionante serata. Prima Oreste Cavuto si traveste da Juantorena ed infila una serie di battute fulminanti, 12-7, infine, quasi sull’orlo del precipizio, Djalma Moreira risponde da par suo e prima col servizio permette la rimonta pugliese, 12-11,  poi incornicia la sua prestazione (28 punti col 58% in attacco) con due contrattacchi del suo repertorio, 14-16,  che regalano l’ultimo decisivo set di una serie che senz’altro, si vinca o si perda, resterà nella memoria dei protagonisti.

Appuntamento al Palagrotte, Martedì 25 aprile alle 18, per scoprire chi fra le entrambi meritevoli sfidanti accederà ad una storica finale.

LE DICHIARAZIONI

Pino Lorizio (Castellana Grotte): “I ragazzi sono statti eroici, vincere qui con tanti tifosi contro non era semplice ma sono venute fuori altre qualità che vanno oltre la tecnica e la tattica. Chiaro che ora ci giochiamo l’accesso in finale fra le mura amiche ma martedì sappiamo che sarà un’altra battaglia a cui però non vogliamo sottrarci.”

Gianluca Graziosi (Bergamo): “Abbiamo fatto la partita che dovevamo fare; abbiamo avuto la nostra occasione al tiebreak quando eravamo in vantaggio di 4/5 punti ma poi Moreira è salito in cattedra facendo pentole ed anche coperchi. Avremmo firmato per Gara5 , andiamo lì senza nulla da perdere , dimentichiamo tutto e ci concentriamo su martedì.”

Caloni Agnelli Bergamo vs Bcc Castellana Grotte 2-3 
(23-25, 25-23, 25-21, 20-25, 14-16)
Caloni Agnelli Bergamo: Jovanovic 3, Pierotti 13, Hoogendoorn 16, Cavuto 20, Erati 6 , Cioffi 6, De Angelis (L), Franzoni (L), Innocenti 0 , Marsili 2,  Carminati 0, NE. Gamba. All. Graziosi.
Battute vincenti/errate: 10/15; Muri 8; Ricezioni positive/perfette (%): 51/35; Attacco: 38%; Errori: 16.
BCC Castellana Grotte: Garnica 4, Moreira 28, Ferraro 13, Cazzaniga 16, Canuto 11, Presta 7,  Cavaccini (L),  De Santis 0, Scio 0. NE. Quarta Parisi, Astarita, Barbone, Pace (L), All. Lorizio.
Battute vincenti/errate: 3/23; Muri 12,  Ricezioni positive/perfette (%): 57/34; Attacco: 48%; Errori: 24.
ARBITRI: Spinnicchia, Venturi. NOTE – durata set:  26′, 28′, 29′, 28′, 22′; tot: 133′.
nella foto Milesi, un attacco di Djalma Moreira (MVP) a Bergamo
Condividi
Redazione
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

Nessun commento

Commenta l'articolo