Volley, nessuna sorpresa nell’uovo per la New Mater Castellana. Bergamo vince e va sul 2-0

0

Bergamo bissa il successo di Gara1 e si candida a favorita per la Finale dei PlayOff Promozione A2 UnipolSai. La New Mater era chiamata a riscattare la sconfitta del primo match in casa ma ha trovato un avversario che ha davvero sbagliato pochissimo e trovando ancora nella battuta il fondamentale decisivo. Troppi errori in casa Bcc e poca efficienza al servizio hanno segnato il risultato che ora costringe i pugliesi a giocarsi tutto in Gara3, programmata mercoledì prossimo al Palagrotte.

LA PARTITA

Il primo punto del match è di Bergamo che tiene il cambio palla sulla battuta iniziale di Cazzaniga; il livello di gioco è subito alto con le due formazioni che si affrontano come sempre a viso aperto; si spinge in battuta da una parte e dall’altra e con la ricezione buona si gioca a specchio sui primi tempi. Moreira spinge il pallonetto del 12-14, ma l’out di Canuto riporta Bergamo in parità a 15.

Cazzaniga riporta a +2 la New Mater e coach Graziosi chiama la pausa, 16-18. Cavuto dalla battuta trova linea e nuova parità ed è la Bcc ora a chiedere il tempo discrezionale. EntraMarsili per il solito cambio alla battuta per i padroni di casa e come spesso gli accade ottiene il frutto sperato, 21-19; sbaglia la scelta in attacco Castellana e regala il set ball a Bergamo, 24-21, con Hoogendoorn che trova il lungolinea vincente del 25-22.

Nel segno dell’olandese della Caloni si riapre la gara con un ace ed un errore in battuta; come negli altri precedenti è il servizio a fare la differenza; CAstellana nonostante un ottimo 62% in attacco nel primo parziale subisce troppo il servizio lombardo senza a sua volta essere efficace con 5 errori dai nove metri senza vincenti.

E la Bcc regala qualcosa anche in attacco con l’Olimpia che invece appare più concreta, 12-9.  Il tocco a muro di Cazzaniga accorcia le distanze, 13-12. Esce Canuto per Scio fra i pugliesi ma i padroni di casa tornano a +3 col muro di Hoogendoorn proprio sul nuovo entrato, 16-13.  Nell’azione successiva cadendo male da un muro si fa male capitan Luppi  per l’Olimpia costretto a lasciare il campo, al suo posto Cioffi.

Bergamo allunga con la battuta di Pierotti, 18-13, e coach Lorizio chiama il secondo time out  e fa rientrare Canuto; sbaglia l’attacco e l’occasione per riavvicinarsi la New Mater, 20-17, che poi trova in Djalma Moreira il suo profeta; due attacchi in fila riportano la Bcc a contatto e Cazzaniga a muro trova il pari a 22.

Il guizzo finale è però del solito Hoogendoorn che mette il muro decisivo con Castellana ancora sprecona che non chiude un paio di occasioni importanti, 25-23.

La reazione castellanese arriva nel terzo set con i gialloblù che ritrovano efficacia in battuta (Cazzaniga) ed a muro con Moreira che continua a picchiare in attacco; Castellana vola a +6, 8-14. Garnica a muro allunga, 11-18, ed ipoteca il set con i padroni di casa più fermi sulle gambe e forse con la testa già al set successivo. Finisce 13-25 con il primo tempo di Ferraro.

Quarto parziale con la Bcc che parte 0-3 ma poi spreca e consente ai padroni di casa di rientrare e riacquistare fiducia. Bergamo vola 10-6 poi il mancino di Hoogendoorn tiene a distanza i pugliesi, 11-8. Presta rimette in riga il set, 13-13.

I pugliesi però vanno improvvisamente  in crisi sulla float di Jovanovic e Bergamo si riporta avanti 18-15. Castellana si accartoccia sui propri errori e regala punti importanti agli avversari, 21-16 con Garnica sostituito da Parisi.

Gli ultimi due punti del match, vinto da Bergamo meritatamente, riflettono lo status del match per le due formazioni (palla facile rimessa in campo avverso per Castellana ed ace sulla linea dei padroni di casa).

Mercoledì prossimo si torna in campo per Gara3 con la New Mater costretta a vincere per restare viva.

Pino Lorizio (Castellana Grotte) :”Stiamo probabilmente soffrendo un po’ la tensione, il braccio non è sciolto come durante il resto del campionato. Bergamo è una squadra che ci mette in difficoltà. Mercoledì abbiamo la possibilità di ripartire e dobbiamo essere bravi ad uscire fuori da soli da questo svantaggio, lottando su ogni pallone e lasciandoci dietro ogni pressione.”

Caloni Agnelli Bergamo vs Bcc Castellana Grotte 3-1
 (25-22, 25-23, 13-25, 25-18)
Caloni Agnelli Bergamo: Jovanovic 3, Pierotti 16, Luppi 6, Hoogendoorn 22, Cavuto 11, Erati 2, De Angelis (L), Franzoni (L), Innocenti 0 , Marsili 1, Cioffi 5, Carminati 0, NE. Gamba. All. Graziosi.
Battute vincenti/errate: 8/15; Muri 10; Ricezioni positive/perfette (%): 62/34; Attacco: 38%; Errori: 9.
BCC Castellana Grotte: Garnica 1, Moreira 21, Ferraro 10, Cazzaniga 23, Canuto 4, Presta 6,  Cavaccini (L),  De Santis 0, Scio 0, Parisi 0, NE. Quarta , Astarita, Barbone, Pace (L), All. Lorizio.
Battute vincenti/errate: 3/12; Muri 11,  Ricezioni positive/perfette (%): 71/47; Attacco: 44%; Errori: 16.
ARBITRI: Curto, Giardini NOTE – durata set: 26′, 33′, 24, 27′; tot: 1h.50 m.
Condividi
Redazione
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

Nessun commento

Commenta l'articolo