Volley – Puglia in Rosa: arriva il poker

0

C’è un cuore che batte, è il cuore della Puglia in Rosa Volley. Un’altra emozionante e palpitante vittoria delle ragazze del mister Ciliberti, questa volta sul teraflex del Pala Kouznetsov, in una serata importante per il sodalizio Gioia-Castellana, all’insegna del volley, dell’arte e della valorizzazione dell’impegno per il sociale, con la gradita presenza dell’insegnante di danza Angela Rosini con la sua Scuola “Benessere Naturale – Non solo Danza” e di una delegazione dei club pugliesi di Zonta International. Quarta vittoria consecutiva, dodici punti all’attivo e la zona alta della classifica che si tinge di rosa: continua così la marcia inarrestabile di capitan Tanese e compagne che, sempre più protagoniste nel pool A, con il 3-1 (25-16, 18-25, 25-22, 25-19) ottenuto ai danni dell’OrsaAspav Volley Valenzano, si ritrovano al 5° posto, a soli tre punti di svantaggio dalla seconda in classifica, la Somacis Volley Manfredonia.

Non c’è storia nel primo set, la Puglia in Rosa Volley prende il largo con un piccolo break di due punti della Pagano R. (muro sulla centrale Ranieri e fast vincente giocata sulla mano più esterna della Gassi a muro) e un pallonetto d’astuzia della Calculli  (8-6); ci pensano le centrali Tanese (perfetta a muro sul pallonetto tentato dalla Ranieri) e Pagano R. (autrice di un primo tempo esplosivo ed un pallonetto) ad aumentare il gap di distacco (19-12) dalla OrsaAspav Cuti Volley. Si scatena Pagano P. che, prima con un imprendibile colpo in diagonale da posto 4 e dopo con un muro su Miale (22-15), manda in tilt la squadra guidata dal mister Milella; il set si chiude con un doppio errore della OrsaAspav Cuti Volley, sia in battuta che in fase di ricostruzione, e il tabellone luminoso del Pala Kouznetsov immortala il punteggio finale di 25-16.

Nel secondo parziale, con la complicità di ben 4 errori in attacco e 1 in battuta delle biancoazzurre, la OrsaAspav Cuti Volley reagisce e si porta avanti (8-4); il vantaggio rimane invariato (14-18) e, tra le fila del mister Milella, si mettono in evidenza le prestazioni positive della Miale in difesa, dell’Ancona al servizio e della Costantini a muro. Non cambia il copione del set che prende direzione Valenzano, grazie al capitano Amoruso che riesce, per ben due volte, a sfruttare le amnesie difensive biancoazzurre (18-25). 1-1 nel computo set al giro di campo.

La Puglia in Rosa Volley è in difficoltà, Ciliberti è costretto a sostituire la Calculli per infortunio, si riparte con la D’aprile in cabina di regia. L’avvio è traumatico, l’OrsaAspav Cuti Volley è molto efficace in battuta (ace di Ancona su Renna e di De Vivo su Frascati), la Puglia in Rosa Volley non dà segnali di risveglio ed il primo parziale gela il Pala Kouznetsov: 3-9.

Ciliberti rischia il tutto per tutto e manda nuovamente in campo la Calculli e la Quero, la squadra acquisisce maggior sicurezza e in campo è tutta un’altra musica: dall’11-17 inizia la rimonta delle nostre, il duo Pagano P. – Frascati è formidabile in attacco e, con il muro di Pagano R. sul capitano avversario Amoruso e l’ace della Quero sul libero Difronzo, si giunge al 15-17. Arriva l’immediata  risposta delle ragazze del mister Milella che, grazie ai colpi della Miale e della Costantini, riprendono la fuga (16-21); in questo momento di evidente difficoltà, sale in cattedra la Calculli (1 pallonetto vincente + 1 ace su Amoruso) e inizia lo show personale della Pagano P. che, con i suoi attacchi, si diverte a fare strike nel campo avversario (21-21);  l’opposta viestana è in serata di grazia e, con un block-out su Miale ed un bolide in diagonale da posto 2, chiude il set (25-22) facendo esplodere il Pala Kouznetsov.

Nel quarto set, dopo l’iniziale situazione di equilibrio fra le due compagini (8-7), la Puglia in Rosa Volley tenta la fuga con la Quero che, da posto 4, elude il muro avversario e con la Frascati che trova un prezioso block-out su Amoruso e subito dopo fa partire una cannonata vincente in diagonale, sfruttando al meglio una difesa magistrale della Pagano P.; nonostante l’importante muro messo a segno dalla Tanese (16-13), le biancoazzurre riescono a vanificare il vantaggio: il 16-16 porta la firma del capitano Amoruso. In questa fase cruciale del match si scatenano le gemelle Pagano che, a suon di muri e attacchi vincenti, trascinano le compagne sino al 22-17; a far calare il sipario sul match ci pensano Quero (1 muro + 1 rimessa vincente in bagher) e la spietata Frascati, da posto 4, con una traiettoria tesa e imprendibile (25-19).

Sabato 29 Novembre 2014, in occasione della settima gara di campionato, le ragazze del mister Ciliberti andranno a far visita all’a.s.d. Polis Corato, al momento in undicesima posizione e a quota 6 punti.

Condividi
Redazione
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

Nessun commento

Commenta l'articolo