Volley: rimpianto biancorosso a Monza. All’Exprivia Molfetta non riesce l’exploit

0
ALBERTO POLO

Tanti rimpianti e zero punti. L’Exprivia Molfetta cede 3-1 a Monza dopo aver vinto il primo set e aver sfiorato la vittoria nel secondo parziale. La squadra di Gulinelli va davvero a un passo dall’impresa, e pure nel quarto parziale lotta punto a punto, fino agli ultimi, palpitanti istanti. Un vero peccato, i biancorossi avrebbero meritato decisamente di più.

L’Exprivia Molfetta parte con lo stesso sestetto vincitore contro Modena: Thiaguinho in palleggio, Sabbi opposto, laterali Joao Rafael e Olteanu, centrali Polo e Vitelli, libero De Pandis. Monza risponde con Jovovic e Hirsch, Fromm e Botto schiacciatori, al centro Beretta e Verhees, Rizzo libero.

Inizio partita molto equilibrato. Da una parte Sabbi si fa subito sentire, sia a muro che in attacco. Monza trova in Hirsch un attaccante assai efficace, ma pure a muro Jovovic e Beretta fanno bene. L’ace di Polo e il muro di Vitelli danno fiducia all’Exprivia, l’errore in palleggio di Fromm, l’attacco di Sabbi e il primo tempo di Polo regalano il +3 alla squadra di Gulinelli (10-13). Jovovic prova a giocare al centro con Verhees e Beretta, l’Exprivia in attacco passa con Sabbi, Joao Rafael e Olteanu. Con Polo l’Exprivia vola 20-16 e poi 23-18. Joao Rafael è perfetto in attacco, e realizza il punti n° 24, un errore di Fromm vale il 25-21 molfettese.

Nel secondo parziale i padroni di casa partono bene, con Fromm, Botto e un muro di Jovovic (5-2). Molfetta risponde con Sabbi e Joao Rafael (7-9), ma un break di 5-0 per il Gi Grouop (due ace di Botto) vale il 12-9. Il contrattacco di Sabbi e di Vitelli accorciano le distanze (13-11). Ancora un muro di Polo, e gli ennesimi punti di Sabbi (di cui un ace) riportano avanti i molfettesi (16-15). Gli ospiti salgono in cattedra fino al 22-17, ma una striscia di Botto in servizio rimette le cose in parità (23-23). Monza continua così, e addirittura pareggia i conti del set con don due punti di Hirsch (27-25).

Nel terzo parziale Monza va subito avanti 9-6, con Botto e Hirsch sugli scudi. Gulinelli inserisce Partenio e Del Vecchio, e dopo una lunga fase pro Monza, proprio il palleggiatore ex Potenza Picena con un buon break in battuta riporta l’Exprivia a -1 (22-21). Botto in battuta (sempre lui), porta Monza sul 2-1 (25-21).

Quarto set palpitante. Monza va avanti 12-10 con un muro di Verhees. Si procede punto a punto, con Fromm e Hirsch puntuali da una parte, Sabbi e Joao Rafael dall’altra. Il muro di Sabbi pareggia i conti (22-22), ma la sfortunata invasione dello stesso opposto molfettese regala il 25-23 monzese che vuole dire 3-1.

Tanta amarezza, ma pure la consapevolezza di essere in un buon momento. Ora servirà fare tabula rasa e ripartire con più convinzione di prima.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.